Home > Ultima ora cronaca > Rimini, rubano i cruscotti, danni per migliaia di euro

Rimini, rubano i cruscotti, danni per migliaia di euro

Negli ultimi giorni tante le denunce per la razzia dei cruscotti e volanti tecnologici.  Sono una decina i casi registrati nell’ultima settimana. I ladri prendono di mira soprattutto auto di grossa cilindrata, le marche sono Audi, Bmw, Mercedes, e con un lavoro molto attento, vite per vite, ma in pochi minuti, smontano le parti centrali dei cruscotti, a volte per intero. Il danno per il proprietario del veicolo? Migliaia di euro, mediamente 6-7mila euro.

Come mai proprio i cruscotti? In realtà i ladri punterebbero a portare via il navigatore. Due sono le ipotesi. La prima è il mercato nero: il pezzo viene rubato per essere rivenduto, anche su internet, e rimontato su altre macchine, probabilmente con destinazione Est Europa. La seconda è che i ladri vogliano il navigatore perché all’interno c’è un microchip utilizzato poi per clonare carte di credito. Alcuni, però, ritengono questa seconda ipotesi una leggenda metropolitana.

Ci sono i ladri di marmitte catalitiche, che contengono preziosi metalli che vengono rivenduti, e quelli specializzati nei Fap, i filtri antiparticolato, elementi essenziali delle auto diesel, utilizzati per abbattere le emissioni inquinanti da polveri sottili.

 

Ultimi Articoli

Scroll Up