Home > Ultima ora welfare > Rimini, sabato al bagno 27 la manifestazione di Arcigay e Agedo “Dai una mano per i diritti”

Rimini, sabato al bagno 27 la manifestazione di Arcigay e Agedo “Dai una mano per i diritti”

Il dibattito sulla legge Mancino-Zan (il disegno di legge che estende la Mancino a omotransfobia, misoginia e abilismo che prende il nome da Alessandro Zan suo primo firmatario) è sempre più acceso. Si tratta di una legge attesa da quasi trent’anni dalle persone LGBT, una legge essenziale per avere giustizia degli atti di omotransfobia che ancora oggi rimangono troppo spesso non denunciati e non puniti.

“È necessario che lo Stato prenda posizione chiaramente sul fatto che l’omotransfobia, il sessismo, l’abilismo sono dei comportamenti inaccettabili, come ha detto il presidente Mattarella, “per una società libera”. Si tratta di una legge che infatti garantisce e sostiene le libertà di milioni di cittadine e cittadini di questo Paese, la libertà di essere se stessi senza preoccupazioni, senza pregiudizi, senza discriminazioni e violenze”, spiegano Marco Tonti, Presidente Arcigay Rimini “Alan Turing” e Coordinatore Arcigay Emilia Romagna, e Mara Bruschi, Presidente Agedo Rimini-Cesena per la Romagna.

“Ma questa legge non basta, non bastano le aggravanti, non bastano le pene. È necessario che lo spirito di questa legge prenda forza in ogni articolazione delle istituzioni, soprattutto in quelle locali che più di tutte sono vicine alla vita delle persone. Non è più tempo di parole, è tempo di impegni e di fatti, prendendo anche esempio dalla presa di posizione dell’Unione Europea che si è dichiarata “LGBT Freedom Zone” inaugurando una strategia comunitaria che si avvia oggi ma che guarda lontano”.

“Come Arcigay Rimini e AGEDO Rimini-Cesena convochiamo quindi la manifestazione “Dai una mano per i diritti”, e aderiamo all’iniziativa “vernissage” della passerella Rainbow del bagno 27 il giorno 15 maggio alle ore 16. Daremo una mano ai diritti, ma anche una mano di vernice alla “pride walk” per sostenere anche per quest’anno una delle iniziative più mediaticamente e umanamente potenti della nostra città, un’iniziativa che ha dato una profonda scossa all’immagine del nostro territorio nel mondo e che vogliamo rilanciare e sostenere”.

“È invitata tutta la popolazione a partecipare, perché è arrivato il momento di avere il coraggio di cambiare il mondo, lo stesso coraggio che noi, in 50 anni di battaglie, mettiamo in campo ogni giorno a viso aperto. Non basta sostenere il DDL Mancino-Zan ma bisogna anche di impegnarsi a livello locale con delle azioni forti, limpide e coraggiose. Non è più il momento delle parole, è il momento di fare per cambiare il mondo e la società”.

Questa manifestazione è parte di quelle indette dal coordinamento Arcigay dell’Emilia-Romagna a sostegno della legge Mancino-Zan, in occasione del 17 maggio, giornata internazionale contro l’omo-transfobia.

“La nostra Regione da sempre si pone all’avanguardia dei diritti e del progresso sociale, e anche se questa legge è per noi solo il minimo indispensabile la aspettiamo da quasi 30 anni.” – dichiara Marco Tonti coordinatore di Arcigay Emilia-Romagna – “Per questo saremo in molte piazze della Regione per sostenere l’approvazione della legge al Senato così com’è, e non faremo un solo passo indietro. Questa legge deve andare molto oltre la lettera del testo, dovrà essere l’inizio di un percorso da fare con le istituzioni locali e regionali per creare una società inclusiva, accogliente, priva di discriminazioni e rispettosa di ogni persona, com’è nella tradizione e nei valori dell’Emilia-Romagna. Questo percorso comincia già oggi, chi ci sarà manderà un segnale importante alla politica e alla società.”

 

Ultimi Articoli

Scroll Up