Home > Eventi Cultura e Spettacoli > Rimini, Sam Paglia Trio al Milleluci per la rassegna “Jazz Club”

Rimini, Sam Paglia Trio al Milleluci per la rassegna “Jazz Club”

Prosegue la rassegna “Milleluci Jazz Club”. Sabato 13 ottobre alle ore 22.00 sarà di scena il Sam Paglia Trio. L’ingresso sarà riservato ai soli soci AICS. Il contributo richiesto per associarsi è di 10 euro, che comprendono anche una consumazione. La band annoveraSam Paglia all’ organo Hammond,Peppe Conte alla chitarra,Michele Iaia alla batteria.

Compositore, paroliere, organista Hammond, cantante, pianista e tastierista (specializzato quasi esclusivamente in tastiere vintage quali piano Fender Rhodes, Wurlitzer, Clavinet e Moog), disegnatore e scrittore. Nel 1996 fonda il Sam Paglia Trio, e come strumento sceglie l’organo Hammond. Nel 1998 esce per l’etichetta bolognese Irma Records B- movie heroes, il suo primo disco di brani originali realizzato come finta colonna sonora di un film immaginario. È il primo caso di disco italiano concept dedicato al cinema di genere poliziesco in cui convivono le influenze di maestri italiani della composizione per il cinema quali Umiliani, Piccioni, Trovajoli e il jazz afroamericano di Jimmy Smith e Quincy Jones. Sempre per la Irma Records nel 2000 esce Nightclubtropez, disco con influenze di bossanova e soul jazz dedicato alla musica da ballo dei nights italiani tra gli anni sessanta e settanta con brani cantati Continental 70 e Naitropè Clebtrope’. Il disco ottiene ottime recensioni e vanta grande distribuzione e vendite soprattutto all’estero: Giappone, Australia, USA, Russia, Inghilterra, Germania e Austria. Sam è il primo giovane organista a riproporre dal vivo certe sonorità di 30 anni prima, dai tempi di Antonello Vannucchi e dei Mark 4 nessuno si era più esibito dal vivo con l’organo Hammond e con composizioni originali in quello stile, un jazz contaminato da ritmi latini tutto italiano. Nel 2003 esce per la Cinedelic record il terzo disco Killer cha cha cha, più sul versante soul jazz e funk. Qui compaiono per la prima volta 4 cover: Bullitt e Room 26 (di Lalo Schifrin, tratte dal film Bullitt 1968), Theme from The Liquidator (sempre di Schifrin dal film The Liquidator 1966) e il tema Sanford & son scritto da Quincy Jones per la serie televisiva omonima del 1972. I primi 4 dischi e il successivo “Funkenya” hanno le copertine disegnate dallo stesso Sam. I brani di questi compaiono su decine e decine di compilation e il suo nome viene legato al cosiddetto movimento lounge di cui in Italia fan parte il duo dei fratelli Montefiori (Montefiori Cocktail) e il quartetto Vip 200. Nell’aprile del 2000 il trio di Sam incontra in un’unica ed irripetibile serata Piero Umiliani per suonare assieme i successi del maestro riportati alla ribalta dal movimento lounge, classici come Gassman Blues (da I soliti ignoti) e “Mah na mah na” (brano reso popolare dal Muppet show e originariamente scritto per il film Svezia inferno e paradiso). All’attività discografica, si intensifica quella del live e della composizione di musiche per jingle pubblicitari, documentari televisivi e film e cortometraggi d’autore. Oltre a suonare in tutt’Italia il Trio suona in festival e locali in Austria, Spagna, Croazia, Bosnia, Inghilterra, Svizzera. I dischi successivi sono The rare Sam Paglia (Flipper/ Hip Cub records) del 2005, Electric Happiness( Deja vu’) del 2009, The last organ party (Flipper / Hip Club records) del 2012 e Funkenya del 2015. Dal 2003 inizia a collaborare con il regista milanese Max Croci per il quale comporrà diverse musiche per cortometraggi e documentari televisivi. Dal 2005 lavora come compositore per la casa editrice Flipper Music specializzata in sonorizzazioni televisive e cinematografiche. Nel febbraio del 2018 è uscito il suo primo disco interamente cantato in italiano, Canzoni a Tradimento, un omaggio alla canzone d’autore tra lauzi, paolo Conte e Jannacci prodotto da Daniele Bengi Benati per l’etichetta Cosmica e distribuito da SELF.

Scroll Up