Home > Ultima ora cronaca > Rimini, scippa una 70enne mentre è in bici su via Settembrini: arrestato

Rimini, scippa una 70enne mentre è in bici su via Settembrini: arrestato

Nel pomeriggio del 27 gennaio scorso, gli agenti della Squadra Mobile della Questura hanno arrestato in flagranza un quarantenne riminese, resosi responsabile della rapina di una borsetta ai danni di una settantenne ucraina.

Quest’ultima, nel percorrere via Settembrini in sella alla propria bicicletta, è stata raggiunta alle spalle da un ragazzo, con indosso un piumino nero e un cappellino grigio, anche lui in bicicletta. Il ragazzo, con mossa fulminea, si è impossessato della borsa della vittima contenuta all’interno del cestino, scaraventandola per terra.

Un militare della Guardia di Finanza, libero dal servizio, avendo assistito al fatto e dopo una violenza colluttazione, ha tentato invano di bloccare il ragazzo, riuscendo solamente a recuperare la borsetta priva del suo contenuto.
Avuta notizia di quanto accaduto, una pattuglia della Squadra Mobile ha concentrato la propria attenzione proprio sul quarantenne riminese, in ragione dei precedenti specifici a suo carico (in particolare per rapina) e delle indicazioni fornite dal militare della Guardia di Finanza.

I poliziotti, dunque, appostatisi nei pressi dell’abitazione di quest’ultimo, lo hanno visto arrivare a bordo di una bici diversa da quella utilizzata dall’autore del fatto e con indosso abiti differenti. Accortosi della presenza della pattuglia, il ragazzo è entrato velocemente nel portone del condominio, tentando di richiudere la porta alle proprie spalle, ma subito è stato bloccato dagli operatori.

La successiva perquisizione domiciliare ha consentito di rinvenire gli abiti indossati al momento della rapina e una carta bancomat intestata alla vittima. Inoltre, nel cortile dello stabile è stata ritrovata la bicicletta utilizzata per compiere la rapina.

Condotto in Questura, su disposizione del P.M. di turno è stato portato alla Casa Circondariale di Rimini a disposizione dell’A.G. in attesa del giudizio di convalida tenutosi ieri, 31.01, all’esito del quale è stata disposta a suo carico la misura cautelare degli arresti domiciliari.

Ultimi Articoli

Scroll Up