Home > Eventi Cultura e Spettacoli > Rimini: si è aperta ufficialmente FRANCESCA2021. “WORLDWIDE KISSES-BACI DAL MONDO”

Rimini: si è aperta ufficialmente FRANCESCA2021. “WORLDWIDE KISSES-BACI DAL MONDO”

Al via oggi, lunedì 8 marzo, alle ore 9.30 al Teatro Galli di Rimini, il Tributo a Dante e Francesca nel VII Centenario della scomparsa del Poeta con WORLDWIDE KISSES-BACI DAL MONDO, il Flash mob planetario che, nell’arco di tutta la giornata e fino alle ore 18, vede impegnati in live streaming studenti e insegnanti di 21 Università dei 5 continenti per recitare e animare i versi di Francesca da Rimini contenuti nel V Canto della Divina Commedia. 

Ad aprire l’appuntamento Ferruccio Farina, ideatore e direttore dell’evento, che sul palco ha dichiarato “Non è mai successo che nella stessa giornata 21 Università del mondo, dall’Oceania, all’Asia, Europa, Americhe e Africa, si collegassero per un tema, nel nostro caso Francesca da Rimini. Un evento eccezionale, l’oggettività parla in maniera chiara. E’ un tributo forte e corale a un personaggio che in letteratura è un caposaldo universale, come questa giornata dimostra. E direi che l’affermazione non è poca cosa. E’ un’affermazione supportata da ciò che stiamo facendo e che sta assumendo un significato superiore a quello che inizialmente aveva quando lo abbiamo ideato. Era stato progettato quando non c’erano problemi di pandemie, né di altro, quindi, l’approccio entusiasta di tutti questi giovani e insegnanti era in fondo una cosa che rientrava nella normalità. Ad oggi, nonostante le situazioni assolutamente drammatiche che possiamo immaginare, nessuna delle Università coinvolte ha interrotto il suo impegno. Altra cosa importante che mi preme sottolineare è il rispetto della vita: l’amore e la passione non uccidono. Chi uccide facendosi schermo della passione e dell’amore, non ama. Queste cose on sono compatibili con una società che si dichiara evoluta. Finché avremo a casa nostra esempi di questo tipo, vuole dire che non abbiamo raggiunto quelle tappe minime di organizzazione sociale, civile e morale che tanto invece sbandieriamo”. 

Il Sindaco di Rimini Andrea Gnassi, dal palco Teatro Galli nel suo discorso di “benvenuto virtuale” ha dichiarato: “Oggi da questa nostra città siamo a celebrare un mito, un mito al femminile, quello di Francesca da Rimini, nell’anno del settimo centenario della morte di Dante Alighieri, ma ancora di più nel giorno dell’8 marzo, in cui è la donna a rivendicare la propria identità, i suoi diritti umiliati, la sua centralità. Non ci poteva essere un giorno migliore di questo per rielaborare uno dei più grandi miti al femminile. Rimini è custode premurosa e attenta di tutti i suoi figli, anche di quelli puramente letterari, che ne hanno creato un patrimonio identitario. Oggi siamo qui per ragionare sulla potenza, grazie agli studi e alla competenza di Farina, di Francesca da Rimini. Quante donne nel mondo, nei diversi continenti e paesi con il loro lavoro e con il loro amore reggono società, famiglie e intere nazioni e quanti loro diritti sono umiliati, quante le opportunità negate e quante le passioni represse. Ecco Francesca da Rimini, in questo 8 marzo, è un simbolo delle società che vogliono mettere al centro tutte le donne” e ha poi concluso: “La vicenda dantesca si narra succedesse a Rimini e da qui, con questa lunga giornata, vorremmo stringervi in un ideale grande abbraccio intorno a Francesca, il nostro – e vogliamo pensare anche il vostro – amato mito femminile contemporaneo”.

 

A seguire il Sindaco del Comune di Gradara Filippo Gasperi, in collegamento video “L’amministrazione che ho l’onore di guidare è davvero fiera di essere impegnata in un’iniziativa culturale di livello internazionale condivisa con la città di Rimini, capitale della Riviera romagnola e del turismo italiano. È una delle rare volte che località di due regioni diverse collaborano nell’interesse comune. E ciò accade grazie a Francesca da Rimini. Rimini, infatti, è la città di Francesca, dove l’eroina dantesca è vissuta. Gradara, con la sua rocca imponente e fascinosa che domina la riviera romagnola e le terre malatestiane, è il luogo ove la fantasia popolare ha collocato, da quasi un secolo, il suo mito romantico. Ma, oltre alla storia e al mito di Francesca da Rimini, conosciuto e amato nel mondo, ciò che unisce Rimini città malatestiana e l’affascinante borgo di Gradara, sono anche i valori universali irrinunciabili che Francesca rappresenta: la libertà di amare, il rispetto della vita e dei sentimenti, la fedeltà e l’uguaglianza di genere. E ciò rende ancor più forte e sentito il nostro impegno nelle iniziative di FRANCESCA2021. Come Amministratori locali siamo chiamati ad operare per il bene della nostra Comunità e penso che sia nostro dovere, oltre alla cura del territorio e delle persone, creare tutte le condizioni per fare crescere culturalmente ed umanamente i nostri concittadini. Nel nostro caso particolare di Gradara, in questo siamo molto avvantaggianti: il nostro importante patrimonio culturale ci facilita questo compito”. 

Sul palco tre donne: la scrittrice e giornalista Lia Celi conduttrice dell’intera giornata; Natascia Tonelli, una delle massime esperte al mondo di Dante Alighieri e Mariarita Semprini, docente di materie classiche. Presenti, inoltre, Giampiero Piscaglia Assessore alla Cultura di Rimini, Federico Mammarella consigliere comunale di Gradara, Marco Veglia e Andrea Santangelo, del comitato organizzatore. 

WORLDWIDE KISSES – BACI DAL MONDO è stato realizzato dai Comuni di Rimini e di Gradara con la collaborazione delle Regioni Emilia-Romagna e MarcheLe performance delle ventuno Università, in sequenza, sono iniziate alle ore 9.30 in diretta streaming live per terminare alle 18 fuso orario italiano.

Ma perché proprio l’8 marzo? “Perché Francesca da Rimini che si celebra, non è la peccatrice lussuriosa dell’Inferno di Dante, ma l’eroina portatrice di valori positivi che nasce con l’Illuminismo e il Romanticismo e invade la cultura occidentale: fedele oltre la morte al primo amore, perché ingannata e con l’inganno costretta al matrimonio, così come ci narra il fantasioso racconto del Boccaccio. Eroina che diventa un mito che attraversa tutti i movimenti libertari dell’Ottocento e del Novecento nel mondo occidentale, dall’Europa alle Americhe. Mito in declino negli ultimi decenni perché considerato troppo “dozzinale” ma che ora si sta risvegliando e sta facendo riscoprire i valori fondamentali e irrinunciabili che rappresenta. Per esempio, che il matrimonio non può essere imposto: oggi ci sono milioni di donne nel mondo che vengono vendute come merce. O, ancora, che l’amore non uccide, e ben sappiamo che la violenza domestica e il femminicidio sono piaghe che affliggono anche paesi che la nostra civiltà considera evoluti. Francesca da Rimini è una figura letteraria e non storica. Perché la storia di lei tace dato che l’unica e prima testimonianza è Dante. Si sa che è esistita ma null’altro. Ma è irrilevante se il suo mitico bacio è realmente scoccato, quando e dove, o è un’invenzione poetica. Ciò che conta è il mito che ha generato e i valori, quanto mai attuali, che rappresenta e che stiamo riscoprendo. Per questo, ma non solo, Francesca da Rimini è la miglior candidata al patronato dell’8 marzo Festa della Donna. Simbolo di libertà e di coraggio. E anche di emancipazione se consideriamo che, secondo Dante, lei, donna del Medioevo, mentre il bel Paolo non sa che tacere, legge e parla. E parla col cuore”. 

Una selezione della maratona poetica resterà disponibile sui social e dai dai filmati sarà ricavato un documentario da distribuire a fini didattici. Maggioli editore darà alle stampe un volume che raccoglierà le traduzioni e le note critiche degli insegnanti. 

21 le Università coinvolte Flinders University, Adelaide, South Australia; Georg-August-Universität Göttingen, Göttingen, Deutschland; Hunter College of the City University of New York, New York, USA; Liceo Classico, San Marino (a San Marino non esistono facoltà universitarie a indirizzo umanistico); Mariupol State University, Mariupol, Ukraine; Pontificia Universidad Católica del Ecuador, Quito, Ecuador; Shanghai International Studies University, People’s Republic of China; UCLA, University of California, Los Angeles, US;, Universidad Complutense de Madrid, Madrid, España; Universidad de Buenos Aires, Buenos Aires, Argentina; Universidade de São Paulo, São Paulo, Brasil; Università degli studi di Bologna, Bologna, Italia; Università degli studi di Bologna, Ravenna, Italia; Università di Siena, Siena, Italia; Universitat de Barcelona, Barcelona, España; Université de Fribourg, Fribourg, Suisse; Université Sorbonne Nouvelle -Paris 3, Paris, France; Universiteit van Amsterdam, Amsterdam, Holland; University of Malta, Msida, State of Malta; University of the Witwatersrand, Johannesburg, South Africa; University of Wisconsin- Madison, Madison-Wi, USA; Visva-Bharati University, Santiniketan, West Bengal, India; Yekaterinburg State Drama School, Yekaterinburg, Russian Federation; York University, Toronto, Canada. 

19 i Paesi: Argentina, Australia Meridionale (Australia), Bengala Occidentale (India), Brasile, Canada, Ecuador, Francia, Germania, Olanda, Spagna, Italia, Federazione Russa, Repubblica di San Marino, Repubblica Popolare Cinese, Stati Uniti d’America (California, Wisconsin, New York), Stato di Malta, Sud Africa, Svizzera, Ucraina. Sono presenti anche il Conservatorio Statale di Musica G. Rossini, Pesaro Italia, in quanto istituto equiparato per legge ad Istituzione universitaria, e il Liceo Classico della Repubblica di San Marino in quanto, a San Marino, non esistono facoltà universitarie a indirizzo umanistico. 

18 le lingue: assamese, bengali, catalana, cinese, esperanto, francese, inglese, italiana, latina, maltese, marathi, portoghese, russa, serbo-croata, setswana o isiswati, spagnola, tedesca, ucraina. 

4 traduzioni in lingua inglese: John Ciardi, Robert Durling, Robert Hollander, Clive James e Allen Mandelbaum. 

1 traduzione in lingua latina: dalla Commedia tradotta per la prima volta in lingua latina da Frà Giovanni Bertoldi da Serravalle nel 1416, recitata dagli studenti del Liceo Classico della Repubblica di San Marino.

L’iniziativa, progettata e organizzata dal CENTRO INTERNAZIONALE DI STUDI FRANCESCA DA RIMINI
è promossa dai Comuni di Rimini e di Gradara con la collaborazione delle Regioni Emilia-Romagna e Marche. 

IDEA E PROGETTO E CURA: Ferruccio Farina | CENTRO INTERNAZIONALE DI STUDI FRANCESCA DA RIMINI 

COMITATO SCIENTIFICO: Deirdre O’ Grady, University College, Dublino; Diana Glenn, Australian Catholic University, Sydney; Natascia Tonelli, Università degli Studi di Siena; Nadia Urbinati, Columbia University, New York; Massimo Ciavolella, UCLA, University of California, Los Angeles; Roberto Fedi, Centro Internazionale di Studi Rinascimentali, Perugia; Giulio Ferroni, Università La Sapienza, Roma; Raffaele Pinto, Universitat de Barcelona; Antonio Rostagno, Università La Sapienza, Roma; Marco Veglia, Università degli Studi di Bologna; Ferruccio Farina, Centro Internazionale di Studi Francesca da Rimini, coordinatore. 

COMITATO ORGANIZZATORE: Natascia Tonelli, Università degli Studi di Siena; Silvia Moni, Comune di Rimini; Massimo Ciavolella UCLA, University of California, Los Angeles; Ferruccio Farina, Centro Internazionale di Studi Francesca da Rimini, coordinatore; Filippo Gasperi, Sindaco di Gradara; Raffaele Pinto, Universitat de Barcelona; Giampiero Piscaglia, Assessore alla cultura del Comune di Rimini; Cristiano Varotti, ENIT – Agenzia Nazionale del Turismo, Cina. 

L’evento si è avvalso della preziosa collaborazione degli Istituti Italiani di Cultura all’estero di Kiev, La Valletta, Los Angeles, New Delhi, della rappresentanza ENIT in Cina e del Centro Russo di Scienza e Cultura di Roma. Grazie, in particolare, ai gentilissimi Leonilde Callocchia, Daria Pushkova, Andrea Baldi, Edoardo Crisafulli, Massimo Sarti e Cristiano Varotti.

Scroll Up