Home > Ultima ora politica > Rimini, si rivede Giulia Sarti: sabato incontro del M5S con i giovani

Rimini, si rivede Giulia Sarti: sabato incontro del M5S con i giovani

Chi si rivede: dopo un’assenza dall’agone politico durato pressochè un anno, fa la sua riapparizione Giulia Sarti.

Sabato 22 febbraio la deputata pentastellata parteciperà a Rimini a un’iniziativa del MoVimento 5 Stelle rivolto ai giovani: “Hai fra i 16 e 30 anni? E sei stanco della vecchia maniera di fare politica?  Il Movimento 5 Stelle Giovani della pronvicia di Rimini è la risposta! – è l’annuncio – Vieni ad incontrarci sabato 22 febbraio dalle 15 alle 17 presso l’Antica Cafeteria in Piazza Tre Martiri, 47 Rimini. Siamo un gruppo di giovani ragazzi con l’unico interesse di fare il bene e il meglio per la nostra città. Ci incontriamo per una merenda in compagnia della Deputata della Repubblica Giulia Sarti (commissione giustizia) per scambiarci idee, presentare progetti e conoscere da vicino i nostri portavoce.
Si richiede la cortesia di dare conferma al 3342137936 (Ilaria) per l’adesione al fine di organizzarci al meglio 🙂 N.B: non viene fatto nessun tesseramento! Siamo un movimento e non un partito politico chiunque è libero di partecipare e venire a conoscerci”.

L’appuntamento è stato condiviso sulla pagina Facebook di Giulia Sarti, ferma fino a ieri al 6 marzo 2019. Si era nel pieno delle polemiche sul caso Bogdan Tibusche alias “Andrea De Girolamo” e delle presunte foto della deputata diffuse criminosamente in rete. Dopo di allora, un post commemorativo del 25 aprile e poi il nulla. Rarissime anche le sue apparizioni a iniziative del M5S, anche durante l’ultima campagna per le elezioni dell’Emilia Romagna. Fra l’altro, un anno fa era dato per certo che dei guai della Sarti legati ai mancati rimborsi si sarebbero occupati i probiviri del MoVimento, tanto più dopo che Bogdan Tibusche era stato assolto dall’accusa di diffamazione nei confronti della sua ex. Ma poi è arrivata la nuova ondata di foto private che qualcuno (tutt’ora rimasto ignoto) aveva fatto circolare e l’approvazione a furor di popolo delle nuove normative sulla tutela della privacy. E i probiviri si sono occupati d’altro.

La deputata grillina fa parte della commissione Giustizia della Camera dopo esserne stata la presidente fino alle dimissioni il 23 febbraio dello scorso. E come va l’attività parlamentare della deputata Sarti? Anch’essa pare essersi incagliata circa un anno fa. Dopo la fine marzo 2019, si contano 6 firme su proposte di legge di altri e nessuna come prima firmataria. Nessuna mozione, interpellanza o interrogazione; nessun ordine del giorno. Nessun intervento in assemblea su progetti di legge, mentre di recentissimo, il 20 febbraio, è a verbale un suo intervento in Commissione sulla normativa della prescrizione. Il 19 settembre 2019 ha aggiunto la sua commemorazione a quelle per la morte del consigliere della Camera dei Deputati Mimmo Zotta e il 2 ottobre a quelle del militante comunista anti-mafia Adolfo Parmaliana a dieci anni dalla sua scomparsa. L’8 ottobre è intervenuta per difendere l’attuale disciplina dell’ergastolo e i vantaggi che riconosce ai pentiti. In Commissione Giustizia, il 26 novembre del 2019 è intervenuta ancora a favore del trattamento dei collaboratori di giustizia, mentre il 12 febbraio scorso ha avuto un breve contraddittorio con la collega di Forza Italia Giusi Bartolozzi: si parlava della costituzionalità della cosiddetta “legge spazzacorrotti”. E questo è quanto.

Scroll Up