Home > Ultima ora cronaca > Rimini: portavalori intrappolato nel furgone. “Quando i soldi sono in buone mani”

Rimini: portavalori intrappolato nel furgone. “Quando i soldi sono in buone mani”

Non deve aver passato una bella mezz’ora, questa mattina, verso le 9.30, l’operatore di sicurezza di un istituto portavalori che, dovendo consegnare contanti ad un noto istituto di credito di piazza Cavour, è rimasto intrappolato all’interno del furgone assieme ai soldi. Quando sono arrivato, c’erano le portiere anteriori aperte e si sentiva la voce di un uomo che era all’interno dello stesso, ma senza la possibilità di … uscire, chiuso nel cassone! Del fatto si è accorto un operatore ecologico che transitava e per curiosità mi sono fermato. Assieme ad una barista di un locale nei pressi, abbiamo cercato in tutti i modi di renderci utili, aiutati, in questo, da un cellulare – non si sa come lasciato “aperto” da cui veniva una voce, dalla centrale operativa della società di trasporto valori. Ho seguito – assieme alla barista – le indicazioni dell’operatore della centrale. Ho staccato i connettori posti in una certa posizione e li ho riattaccati dopo un paio di minuti, come mi è stato detto di fare. Poi, fiducioso, ho provato ad aprire le portiere e liberare il malcapitato… niente… A dire la verità una piccola feritoia si è aperta e ho potuto sbirciare, all’interno, una bella quantità di contante che in questo periodo di regali, farebbe bene avere ad ognuno di noi… Abbiamo provato altre soluzioni, ma niente… tutto bloccato…

Ho chiamato i Carabinieri, ma, nel frattempo è passata una pattuglia della Polizia di Stato che – naturalmente – si è fermata. Solo a quel punto, seguendo le indicazioni passate dalla centrale, facendo fare all’uomo all’interno del cassone un paio di operazioni (ha dovuto staccare dei cavi), la situazione si è sbloccata. La portiera posteriore doveva essere aperta dall’interno ma niente… Preso dalla curiosità, sono andato nel portellone posteriore, ho girato il maniglione e … magia… si è aperto. Qualche risata per stemperare la tensione e l’uomo barbuto mi ha ringraziato. Quando si dice… “Non preoccupatevi dei vostri soldi. Sono in buone mani”.

Ultimi Articoli

Scroll Up