Home > Ultima ora Attualità > Rimini: successo della “Bottega del risparmio energetico”

Rimini: successo della “Bottega del risparmio energetico”

Si è chiusa questa mattina, proprio in coincidenza con la Giornata Mondiale del Clima, la “Bottega del Risparmio Energetico” promossa da Comune di Rimini e Ordine degli Ingegneri che ha aperto i battenti lunedì 4 marzo in Corso d’Augusto.

Per dieci giorni i tecnici del Comune e gli Ingegneri dell’Ordine sono stati a disposizione dei cittadini per dare informazioni ai cittadini sull’efficienza, il risparmio energetico delle abitazioni e del costruire ecosostenibile.

A tutti gli interessati è stato spiegato come consumare meno gas-metano, unica strada per vivere meglio e per salvare l’ambiente dal surriscaldamento globale, dal cambiamento climatico e dall’inquinamento.

Sono state presentate le migliori tecnologie per aumentare il comfort abitativo e diminuire la bolletta energetica e sono stati dati consigli su come accedere agli sgravi fiscali e ai contributi statali per gli interventi di riqualificazione energetica.

Il vicepresidente dell’Ordine degli Ingegneri di Rimini Emanuele Barogi che ha dichiarato nella sua presentazione che “Una nuova fonte di energia è l’efficienza energetica che non si esaurisce,  preserva l’ambiente e la salute dell’uomo. Il ruolo di noi progettisti è quello di comunicare ai cittadini la migliore soluzione per il benessere del nostro ambiente oltre a dare i migliori consigli per gli incentivi economici”.

Nell’incontro conclusivo di oggi erano presenti, oltre all’ing. Barogi, Monia Colonna, Energy manager del Comune di Rimini e Sergio Pesaresi (per conto dell’Ordine ingegneri di Rimini), che hanno presidiato in questi giorni la Bottega, anche Anna Montini e Roberta Frisoni (rispettivamente assessori all’Ambiente e all’Urbanistica del Comune di Rimini) e il Presidente dell’Ordine degli Ingegneri di Rimini Andrea Barocci.

La “Bottega” è stato il primo esperimento nel nostro territorio che ha visto oltre numerose persone recarsi allo sportello per chiedere informazioni e ha suscitato curiosità ed interesse da parte di altri comuni che presto replicheranno l’esperienza presso le loro sedi.

Scroll Up