Home > Ultima ora cronaca > Rimini, tentato furto in un ristorante vicino alla stazione, arrestato giovane forlivese

Rimini, tentato furto in un ristorante vicino alla stazione, arrestato giovane forlivese

Un giovane italiano residente a Forlì ma di fatto senza fissa dimora a Rimini  è stato arrestato nelle prime ore di questa mattina per un tentato furto in un ristorante nei pressi della stazione di Rimini, nelle immediate vicinanze del sottopasso che collega Piazzale Cesare Battisti a Viale Principe Amedeo.

A dare l’allarme un metronotte che alle 5.30 del mattino si trovava a pochi passi dal locale. In una manciata di istanti, il vigilantes si era insospettito dopo aver sentito alcuni rumori provenire dall’interno del ristorante, in particolare il suono di alcune tazzine in ceramica che si rompevano e aveva dato l’allarme chiamando la centrale operativa della Questura.

In poco tempo gli agenti si sono materializzati e hanno pizzicato il ragazzo che alla loro vista ha ben pensato di scagliare a terra un coltello da cucina – che aveva trafugato nello stesso ristorante – con cui stava armeggiando per scassinare il registratore di cassa, dove erano custoditi 400 euro.

Il giovane è stato arrestato per tentato furto aggravato e possesso di oggetti atti ad offendere, portato in Questura, questa mattina, alle 11, comparirà di fronte al giudice del Tribunale di Rimini per la celebrazione del rito direttissimo. Al momento dell’arresto il ragazzo non aveva con se nessun documento, ma ai poliziotti aveva comunque fornito le proprie generalità.

Il ventenne era una vecchia conoscenza delle forze dell’ordine forlivesi e su di lui pendevano già diversi reati contro il patrimonio e la pubblica amministrazione. Nel 2019 il giudice aveva stabilito per lui la messa al prova per il reato di possesso d’armi atte ad offendere. Nello stesso anno aveva accumulato precedenti per ricettazione, furto aggravato ed era stato segnalato come assuntore di sostanze stupefacente.

 

 

Scroll Up