Home > Ultima ora cronaca > Rimini: topo d’auto acciuffato dai soldati, poi oltraggia la Polizia che lo arresta

Rimini: topo d’auto acciuffato dai soldati, poi oltraggia la Polizia che lo arresta

Alle 13,30 circa di ieri, una pattuglia dell’Esercito Italiano, impiegata nel servizio “Operazione Strade Sicure” che vigilava nella zona della Stazione ferroviaria di Rimini, aveva provveduto a bloccare presso il parcheggio “Metro Park” un uomo di nazionalità tunisina che aveva rubato all’interno di un’autovettura in sosta.  Era stata una donna, scesa dal proprio veicolo per pagare il parcheggio, che aveva chiesto l’aiuto dei militari poiché qualcuno si era introdotto nell’auto e rovistava tra i suoi effetti personali.

I soldati hanno visto l’uomo scendere dall’autovettura della signora e darsi precipitosamente alla fuga. Prontamente bloccato, era riuscito tuttavia a consegnare un borsello, sottratto dall’auto della vittima, ad un complice che ha fatto perdere immediatamente le proprie tracce.

L’uomo si è rivelato 35enne tunisino, irregolare in Italia; è stato tratto in arresto per il reato di furto aggravato nonchè successivamente denunciato in stato di libertà per oltraggio a Pubblico Ufficiale, in quanto, una volta all’interno delle camere di sicurezza della Questura, ha offeso in presenza di più persone l’equipaggio della Volante.

Nella mattinata odierna, davanti al Giudice del Tribunale di Rimini, l’arresto veniva convalidato ed al soggetto è stato comminato, in attesa dell’udienza definitiva, il divieto di dimora nella provincia di Rimini.

Scroll Up