Home > Ultima ora cronaca > Rimini, topo d’auto sorpreso a rubare a San Giuliano, era un ricercato

Rimini, topo d’auto sorpreso a rubare a San Giuliano, era un ricercato

Momenti di concitazione nella serata di ieri a Rimini in Via Vendemini, nelle vicinanze di Via Madonna della Scala. Erano circa le 22.30 quando uno dei residenti, che stava aspettando un amico di fronte alla sua abitazione, aveva sentito un rumore di vetri infranti rompere il silenzio in quella che è conosciuta come una zona tranquilla della città. Insospettito l’uomo è corso in direzione del vicino parcheggio, dove un giovane sostava vicino alla sua auto che aveva il vetro posteriore infranto. Malgrado i tentativi del ragazzo di distrarre il proprietario del mezzo, quest’ultimo non ne ha voluto sapere e ha iniziato a incolparlo di quanto successo.

Nel frattempo era arrivato anche l’amico che l’uomo stava aspettando sotto casa proprio nel mentre in cui il malvivente stava tentando una fuga. Il giovane però non aveva fatto i conti con l’ultimo arrivato, lesto a bloccarlo dopo aver intuito in una manciata di secondi quello che stava accadendo. Tanto che ne è nata un’accesa discussione e in pochi minuti è stato necessario l’intervento della Polizia.

Gli agenti hanno ricostruito la vicenda e subito dopo provveduto a perquisire il ragazzo trovandogli addosso, nascosti nelle mutande, alcune monetine, un auricolare Apple, una carta carburante e una tessere punti Esso. A terra invece, hanno rinvenuto un cacciavite di cui il ventiquattrenne ha ammesso di essere il proprietario, utilizzato per il tentato scasso ma non solo. Il ragazzo aveva già infranto i vetri di un’altra macchina parcheggiata nelle vicinanze e qui aveva sottratto quanto rivenuto in fase di perquisizione.

Immediato il trasferimento in Questura. Il giovane arrestato, un 24enne egiziiano irregolare sul territorio, aveva numerosi alias. Ma anche alcune pene residue a carico da scontare in carcere per spaccio, lesioni e rapina. Ora lo attende anche il processo per direttissima per furto aggravato, tentata rapina impropria, danneggiamento, possesso ingiustificato di armi da scasso e per essere irregolare sul territorio.

 

Scroll Up