Home > Ultima ora cronaca > Rimini, truffatore rapinatore ed estorsore presi dalla Polizia

Rimini, truffatore rapinatore ed estorsore presi dalla Polizia

Tre uomini già condannati sono stati acciuffati dagli agenti della Questura di Rimini: si tratta di un truffatore, un rapinatore ed un estorsore.

Nella mattinata del 19 aprile, dopo ricerche che si erano ormai fatte estenuanti, il personale del nucleo di pattugliamento anti degrado ed esecuzione ordini di carcerazione della squadra mobile di rimini, ha tratto in arresto L.G., Sessantunenne riminese pluripregiudicato. L’uomo era stato colpito da un ordine di carcerazione da parte del tribunale di Prato il 21 marzo 2019 per espiare la pena di 8 anni e un mese uno di reclusione per truffa, ricettazione, bancarotta fraudolenta e reati fallimentari, commessi a Rimini, Prato e Como. Alle fine è stato scovato
nel mercato settimanale di Cesenatico. E’ stato trasferito alla casa circondariale di rimini.

Nella nottata del 20 aprile, il personale della quarta sezione della squadra mobile di Rimini ha poi tratto in arresto :
M.A, 28enne di origine peruviana residente a Pesaro,  colpito da un ordine di carcerazione questa volta del tribunale di Ascoli Piceno il 4 aprile 2019 per espiare la pena di un anno e 5 mesi cinque di reclusione, poiché ritenuto colpevole dei delitti di rapina aggravata e porto abusivo di armi in concorso commessi entrambi il 26 novembre del 2016. Anche lui è finito nella casa circondariale di Rimini. Fra l’altro,  al momento dell’arresto il giovane aveva addosso un grammo abbondante di eroina divisa in due involucri; la sostanza è stata ritenuta di esclusivo uso personale.

Infine ieri mattina 23 aprile, il personale del nucleo di pattugliamento anti degrado ed esecuzioni di ordini di carcerazione della squadra mobile di Rimini, ha tratto in arresto: I.A.I.A. , quarantenne egiziano pluripregiudicato, residente a Riccione. Sull’uomo pendeva un ordine di carcerazione del tribunale di Rimini del 12 apriledopo una condanna a 3 anni e 8 giorni otto di reclusione per  estorsione e rapina aggravata in concorso commessi il 6 marzo 2011 a San Clemente. E’ andato a far compagnia agli atri nella casa circondariale di Rimini.

Scroll Up