Home > Ultima ora cronaca > Rimini, turista violentata a Miramare. Condannato il venditore di rose recidivo

Rimini, turista violentata a Miramare. Condannato il venditore di rose recidivo

Si è concluso il processo a Monir Md Lakayra, classe 1981, imputato con l’accusa di violenza sessuale nei confronti di una turista danese il 29 agosto scorso. L’uomo un bengalese, è stato condannato a 4 anni di reclusione. Già nelle ore seguenti l’arresto, avvenuto nel giro di poche ore in seguito alla violenza, il Questore aveva avviato l’iter di espulsione dal territorio nazionale.

La ragazza, una turista ventiseienne di 26 anni in vacanza a Rimini, era stata violentata dal bengalese  all’alba del 29 agosto. L’uomo era conosciuto perché venditore ambulante di rose.

Nel giro di 24 ore, i Carabinieri lo avevano individuato e arrestato. Stando alla ricostruzione fatta dagli inquirenti, alle 5.30 di quel giorno l’uomo, su viale Regina Margherita aveva notato la donna camminare da sola, in direzione del proprio albergo. In sella a una bici, dopo averle fatto qualche complimento, le si era avvicinato saltandole addosso e toccandola con violenza nelle parti intime per poi scappare alle urla della giovane.

L’uomo, già noto alle forze dell’ordine per i suoi precedenti di polizia, era stato già denunciato per tre volte per violenza sessuale: due nei confronti di maggiorenni una nei confronti di una minorenne. Nel corso della notte, tra domenica e lunedì è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto per il reato di violenza sessuale sulla turista danese. Questa mattina il Gip del tribunale di Rimini ne ha convalidato il fermo.

Ultimi Articoli

Scroll Up