Home > Ultima ora cronaca > Rimini: ultima condanna il 13, oggi calci e pugni agli agenti che lo arrestano per tentato furto

Rimini: ultima condanna il 13, oggi calci e pugni agli agenti che lo arrestano per tentato furto

Qesta mattina gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Rimini hanno tratto in arresto un cittadino gambiano di 22 anni per tentato furto aggravato e resistenza a Pubblico Ufficiale.

Alle ore 08:40 alla sala operativa era giunta la segnalazione di un individuo che aveva tentato di introdursi prima all’interno di una filiale di una banca nei pressi di via XXIII Settembre 1845, poi all’interno di un’attività commerciale.

Sul posto, i poliziotti hanno intercettato il giovane che aveva poco prima abbandonato una bicicletta presa dal vicino negozio ed era passato ad armeggiare all’interno di un veicolo nel parcheggio del negozio.

Invitato a scendere dall’auto, il 22enne ha reagito colpendo più volte gli agenti con calci e pugni. Prontamente bloccato, è stato tratto in arresto e una volta in Questura, a suo carico sono risultati parecchi precedenti di Polizia. Non solo: c’era anche un’ordinanza di aggravamento della misura cautelare personale emessa il 13 agosto dal Tribunale di Rimini.

Avvertito, il PM di turno ha disposto il trattenimento del 22enne in camera di sicurezza del rito per direttissima fissato nella questa mattina. E’ stato poi portato in carcere per la custodia cautelare già determinata dall’aggravamento della misura.

Ultimi Articoli

Scroll Up