Home > Ultima ora cronaca > Rimini: ustiona fidanzata con ferro da stiro, 4 anni 8 mesi per broker londinese

Rimini: ustiona fidanzata con ferro da stiro, 4 anni 8 mesi per broker londinese

Per la fidanzata c’erano botte con le mani e con gli oggetti, minacce col coltello in una mano e lo smartphone nell’altra per riprendere la scena. E perfino un’aggressione con un ferro da stiro acceso, ustionandole un braccio. Una scena ricostruita nel tribunale di Rimini dal pubblico ministero Davide Ercolani mostrando il gesto con un vero elettrodomestico, nell’accusare un broker londinese di 37 anni di origine araba e chiedendo per lui 5 anni di reclusione.

Questa mattina la GUP Raffaella Ceccarelli ha invece fissato la pena in quattro anni e 8 mesi, ritenendo l’uomo colpevole di maltrattamenti e lesioni personali ma riconoscendo lo “sconto” per il rito abbreviato. Alla vittima, una ragazza di 27 anni, è stata riconosciuta una provvisionale di 60mila euro.

La realazione fra i due era iniziata nel 2018 ma proseguita per quasi tre anni sulle montagne russe. Secondo la giovane, i problemi nascevano dal carattere dell’uomo, irascibile e incapace di controllarsi. E in quei momenti erano dolori veri: più di una volta la 27enne era finita al pronto soccorso, come ha dimostrato il suo legale, avvocato Umberto De Gregorio, esibendo i referti. Il più grave, quello con una prognosi di 15 giorni per dei colpi inferti con un oggetto metallico.

Nel gennaio 2021 la ragazza era scappata a Rimini, ma il broker non se l’era data per vinta: il 27 gennaio era apparso sotto casa dei genitori di lei al volante di una Lamborghini Huracan gialla mentre al telefono intimava: “Esci o do fuoco alla casa”. Ma a quel punto erano sopraggiunti gli agenti della squadra mobile della Questura di Rimini che lo avevano arrestato.

Il didensore del londinese, avvocato Gianmaria Gasperoni, ha annunciato ricorso in Appello.

 

 

 

Ultimi Articoli

Scroll Up