Home > Ultima ora economia e lavoro > Rimini, via libera al nuovo Regolamento Igienico sanitario Edilizio del Comune di Rimini

Rimini, via libera al nuovo Regolamento Igienico sanitario Edilizio del Comune di Rimini

La necessità di aggiornare normative comunali alle ultime disposizioni di legge, insieme a misure di accompagno della mutata scena locale, ha reso indispensabile la stesura di nuove ‘regole d’ingaggio’ in materia igienico sanitaria, in sintonia con la variante al RUE approvata recentemente. La scelta è stata quella di un regolamento “partecipato”, frutto di un confronto con ordini professionali, associazioni di categoria, cittadinanza e Azienda Sanitaria Locale (AUSL).
Le novità introdotte dal regolamento sono volte principalmente a introdurre significativi miglioramenti alla qualità igienico-sanitaria del patrimonio edilizio, sia per quello di nuova costruzione che per ciò che riguarda gli interventi di recupero e riuso degli edifici esistenti.
Gli obiettivi in sintesi:
  • rendere fattibili interventi di recupero e riuso di edifici e locali residenziali, commerciali, turistico-ricettivi
  • stabilire criteri omogenei ai fini del rilascio dell’agibilità dei locali in situazioni dove, pur non essendo possibile per ragioni tecniche oggettive raggiungere i livelli di prestazione degli edifici di nuova costruzione, sia possibile introdurre significativi miglioramenti alla qualità igienico-sanitaria dei locali.
Si tratta dunque di una nuova piattaforma che, adeguandosi alla più recenti normative nazionali e superando le prescrizioni ormai datate del vecchio impianto, va nella direzione di una semplificazione procedurale che garantisca più elevate prestazioni igienico-sanitarie per edifici di ogni tipo e maggiori flessibilità di intervento negli edifici esistenti.
Ad esempio, si interviene con una specifica Disciplina per il Centro Storico con interventi di recupero sulla residenza, locali commerciali e di pubblico esercizio quali bar, bar con piccola ristorazione e ristoranti con parametri agevolati
Parametri agevolati anche per interventi di recupero su immobili legittimi anche condonati nel resto del territorio comunale.

“E’ il proseguimento del lavoro portato avanti con la variante normativa al RUE e con la modifica agli oneri edilizi – dichiara la vice sindaca, Roberta Frisoni- nella direzione di agevolare al massimo l’attività edilizia, dentro una pianificazione che valorizza soprattutto il riuso e il recupero dell’esistente. Con questo regolamento favoriamo la realizzazione di interventi che elevano le condizioni igienico sanitarie dei locali, aumentando anche le opportunità di intervento sull’edificato esistente. Il regolamento è frutto di un percorso partecipato che continuerà dopo la pubblicazione in quanto sarà possibile inviare formalmente osservazioni da parte dei soggetti interessati che saranno analizzate e valutate al fine di migliorare il provvedimento”.

Ultimi Articoli

Scroll Up