Home > Ultima ora Attualità > Rimini, i cani per i vigili urbani arrivano dalla Decima Mas

Rimini, i cani per i vigili urbani arrivano dalla Decima Mas

Il Comune di Rimini con determina dirigenziale del 21 dicembre 2018  ha acquistato “n. 4 cani di razza pastore tedesco di cui due da utilizzare per servizio antidroga e due da utilizzare per servizio di polizia giudiziaria-ordine pubblico con relativo corso di formazione e addestramento dei cani e dei conduttori all’operatore economico Barbanera Daniele”.

Si tratta dell’atto conseguente alla decisione assunta dalla giunta comunale nei mesi scorsi. La notizia sin qui sarebbe di normale amministrazione. Ciò che può provocare qualche polemica è il nome dell’allevamento dal quale sono stati acquistati i cani. Barbanera Daniele è titolare dell’allevamento che si chiama Decima Mas, come il corpo militare della Repubblica di Salò che era comandato da Junio Valerio Borghese, poi organizzatore dell’omonimo tentativo di colpo di stato (“Golpe Borghese”) nel 1970.

Già nel passato sono nate polemiche per il nome della Decima Mas. A Monza in settembre consiglieri comunali del Pd ne avevano sollevate proprio per il nome dell’allevamento, che aveva fornito un cane antidroga di nome Narco.

Per chiarezza, si tratta di un allevamento che fornisce cani addestrati alle forze dell’ordine ed alla protezione civile. Lo stesso titolare ci tiene a precisare che non vi è nessun riferimento politico al nome del suo allevamento. “L’allevamento peraltro si chiama così – si è giustificato Barbanera –  solo perché un mio parente faceva parte del San Marco, che operava a stretto contatto con la Decima Mas”.

Il costo dei quattro pastori tedeschi compreso l’addestramento è 27.559 euro.

Scroll Up