Home > Ultima ora cronaca > Rimini, violentò la figlia minorenne della ex. Pescatore condannato a 6 anni carcere

Rimini, violentò la figlia minorenne della ex. Pescatore condannato a 6 anni carcere

E’ stato arrestato un pescatore 61enne, residente a Rimini,  per lo stupro della figlia della sua ex compagna che aveva 15 anni. L’arresto è avvenuto per scontare una pena a 5 anni e 11 mesi diventata definitiva.

Era stata la stessa vittima a incastrare il suo aguzzino che l’aveva stuprata e che, alla fine del processo per violenza sessuale su minore, è stato condannato a quasi 6 anni di reclusione.

La vicenda risale al 2013 quando lei, appena 15enne, era finita nelle grinfie di un pescatore  ex compagno della madre. Prima le avance in casa mentre la ragazzina era immobilizzata a letto causa un incidente ma anche le minacce di non dire nulla alla madre. Poi lo stupro. L’uomo una notte aveva approfittato della ragazzina quando questa era rientrata a casa da una serata con gli amici dopo aver bevuto. La vittima non ricordava nulla di quanto accaduto ma, al risveglio trovandosi l’uomo accanto, le era nato il terribile sospetto che l’uomo avesse abusato di lei approfittando del suo stato.

La 15enne, così, si era trasformata investigatrice e, con un cellulare nascosto che registrava la conversazione, era riuscita a carpire al bruto una confessione. La vittima aveva così fatto ascoltare la registrazione alla madre la quale, disperata, era corsa dai carabinieri di Rimini per denunciare quanto accaduto.

Ora l’epilogo con l’arresto per scontare la pena in carcere.

Foto di archivio

Ultimi Articoli

Scroll Up