Home > Ultima ora cronaca > Rissa e coltellate sul treno fra Riccione e Cattolica

Rissa e coltellate sul treno fra Riccione e Cattolica

Una rissa sul treno fra Riccione e Cattolica finisce a coltellate. Ad affrontarsi due gruppi di giovani, tutti di origine marocchina. La vicenda inizia sul marciapiede della stazione di Riccione, dove quattro ragazzi ne incontrano altri due. Hanno apparentemente fra i 20 e 25 anni. Forse si conoscono già, probabilmente sono tutti alticci; fatto sta che si innesca un diverbio.

Sembra tutto finito lì e i sei salgono sulla stesso treno regionale delle 6.56 diretto ad Ancona. Ma una volta all’interno del convoglio la lite non solo prosegue, ma si passa alle vie di fatto.

E non solo spinte, calci e pugni. I passeggeri, impietriti, vedono spuntare una lama in mano a un ragazzo; uno dei due che si sta picchiando con gli altri quattro. Uno del quartetto viene ferito a un braccio e alla schiena e perde sangue.

Nel frattempo il treno è arrivato alla stazione di Cattolica. Quello ha colpito con il coltello se ne libera e scappa subito assieme all’amico. Il ferito invece resta sul posto, assistito dai tre che sono con lui. Vengono poi identificati e interrogati dalla Polizia ferroviaria immediatamente intervenuta: tutti maggiorenni e residenti in provincia di Pesaro.

Il ferito è stato condotto al pronto soccorso dell’ospedale Ceccarini di Riccione. Ferite lievi le sue, che una volta medicate vengono giudicate guaribili in 7 giorni.

L’arma usata dall’aggressore è stata ritrovata dalla Polfer di Ancona a bordo dellla carrozza quando il convoglio è giunto a capolinea: un piccolo coltelino multiuso di tipo “svizzero”.

Al momento i due giovani in fuga non sono stati ancora identificati; anche loro sarebbero comunque residenti nel pesarese. Gli investigatori stanno visionando le immagini delle telecamere di sicurezza presenti sul treno regionale così da poter dar loro nome e cognome.

(immagine d’archivio)

Ultimi Articoli

Scroll Up