Home > Cronaca > Montescudo, chiude il ristorante che ha denunciato razzismo. Rimane aperto solo l’hotel

Montescudo, chiude il ristorante che ha denunciato razzismo. Rimane aperto solo l’hotel

Prima il cartello per vietare ai razzisti l’ingresso al suo ristorante dopo gli insulti subiti dal pizzaiolo africano appena assunto e le lamentele per il boicottaggio ai danni del locale dovuto a suo dire alla presenza del giovane, poi la gara di solidarietà e il pienone in sala.

Ma ora il controverso caso del ristorante La Locanda “I Malatesta” di Montescudo sta assumendo una piega per molti inaspettata.

Il gestore Riccardo Lanzafame ha infatti annunciato di aver chiuso i battenti alla pizzeria e di essere intenzionato a continuare – con al suo fianco il gambiano Masamba – l’attività solo con l’albergo annesso all’edificio dove è ospitato il ristorante. “L’altro cuoco, quello italiano, si è licenziato perché non riusciva più a gestire la situazione. Adesso, il tutto è ingestibile anche per me”.

Intanto continua il tam tam sui social: in molti, riminesi e non si smarcano dall’accusa di razzismo e ritengono che il tutto sia il risultato di una montatura

Nella vicenda, tuttavia, ora appare anche un altro aspetto. I muri della loconda e dell’albergo sono di proprietà dl Comune che li ha dati in affitto con un contratto di 9 anni più nove. Le due attività, locanda ed hotel, sono collegate. Difficilmente può stare in piedi la sola struttura ricettiva con dieci camere. Non è da escludere che il gestore lasci tutto oppure che si apra un contenzioso con il Comune.

Scroll Up