Home > Ultima ora > Riuscito lo sciopero del tessile per il rinnovo contrattuale

Riuscito lo sciopero del tessile per il rinnovo contrattuale

Si è svolto oggi  lo sciopero nazionale di 8 ore del settore tessile – abbigliamento – moda industria, in difesa dei diritti e dei salari, per il rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro scaduto a marzo.

Grande adesione allo sciopero  nelle imprese storiche del nostro territorio come “Aeffe”, “Gilmar” “Fuzzi” e “Interfashion”, ma anche importanti adesioni da parte di lavoratori dipendenti di piccole e medie imprese dove non vi è la presenza delle Organizzazioni Sindacali e dove quindi abbiamo solo potuto organizzare il volantinaggio all’entrata di quelle fabbriche.

La giornata è iniziata con i presidi ai cancelli delle Imprese più importanti del territorio per concludersi in una affollatissima assemblea pubblica presso la Sala Consiliare del Comune di S. Giovanni in Marignano, troppo piccola per contenere i partecipanti, che hanno occupato ogni centimetro di quello spazio, dimostrazione del  malcontento e della rabbia per l’ennesimo attacco ai diritti contrattuali e alle condizioni di lavoro, già pesantemente messe in discussione dalla crisi e dai tagli dell’occupazione di questi anni.

Sono state ribadite le motivazioni dello sciopero con la relazione del Segretario Generale della Filctem Cgil Emilia Romagna, con l’invito a proseguire nello stato di agitazione qualora le controparti entro 72 ore non dovessero sbloccare il tavolo delle trattative.

SCIOPERO TESSILI3

Scroll Up