Home > Ultima ora economia e lavoro > Primo showroom direzionale di Baldinini a Mosca. Sarà ponte per la Cina

Primo showroom direzionale di Baldinini a Mosca. Sarà ponte per la Cina

Baldinini si rafforza ulteriormente in Russia e inaugura il primo showroom direzionale a Mosca, come centro nevralgico per lo sviluppo di tutta la Comunità degli Stati Indipendenti (CSI), inserito in un’ottica d’internazionalizzazione che guarda anche alla Cina. 

Situata al civico 24 della via Obraztsova, il nuovo showroom Baldinini sarà operativo a partire da febbraio 2021, in occasione del lancio della collezione autunno-inverno 2021/22. Il building è inserito in un quartiere residenziale adiacente al centro città e ad alcuni importanti luoghi culturali come Il Museo Ebraico e il Centro della Tolleranza e la Nuova Cattedrale della Chiesa Apostolica armena. 

Il nuovo spazio conta una superficie di ca. 700 metri quadrati su due livelli con un’estetica moderna e funzionale per valorizzare al massimo le proposte Baldinini offrendo un’ampia scelta di tutte le categorie merceologiche uomo e donna, dalle calzature alla pelletteria. Il progetto è stato creato dall’architetto Mattia Santucci seguendo l’ultimo concept dei monomarca realizzati a Baku, in Azerbaijan, e a San Pietroburgo, mentre la realizzazione degli spazi è stata affidata a Laser Style, società moscovita leader in progetti innovativi e moderni per boutique e spazi espositivi. 

Ad oggi Baldinini è presente sul territorio con una fitta rete retail di 50 punti vendita monomarca, tra gestione diretta e in franchising, di cui tredici a Mosca e sei a San Pietroburgo, oltre a 60 prestigiosi multibrand. La griffe presidia direttamente o indirettamente le principali location di rilievo in Russia, coprendo tutte le sue più importanti città. Sul fronte online, il brand può contare sulla piattaforma e-commerce diretta, oltre che sulla presenza nei principali e-tailer locali come LaModa. 

Siamo felici di inaugurare il primo showroom direzionale di Baldinini a Mosca, un investimento da tempo pianificato che darà la possibilità non solo di avere un moderno hub commerciale in quello che è tradizionalmente il primo mercato della Maison, ma servirà anche come vetrina contemporanea di tutte le proposte del brand per un’ulteriore fase di sviluppo nell’area CSI. Un segnale importante per la crescita del brand oltreconfine, inserito in un piano che guarda anche all’Europa e all’Asia, con particolare riferimento alla Cina”, dichiara Christian Prazzoli, Amministrazione Delegato di Baldinini. 

Con il nuovo e strategico investimento, la Maison intende infatti consolidare la propria presenza nel mercato attraverso investimenti diretti e mirati all’espansione retail, con particolare riferimento a nuove partnership con player locali. 

Con 110 anni di attività, Baldinini è una Maison d’alta gamma nata nel 1910 a San Mauro Pascoli, distretto romagnolo dalla forte vocazione manifatturiera, e tuttora è legata fortemente con il territorio. Le calzature e le creazioni Baldinini esprimono un’artigianalità raffinata di assoluta qualità e di un saper fare calzaturiero che si legano a doppio filo con la storia della moda e i successi oltreconfine di tutto il Made in Italy. Già a partire dagli anni Settanta, grazie alla visione innovativa di Gimmi Baldinini, attuale presidente, il marchio è tra i primi a vivere un periodo fiorente segnato dalla grande internazionalizzazione. Oggi Baldinini ha un rete capillare di 50 monomarca in Russia e più di 200 tra boutique e i migliori store multibrand in 50 paesi. 

 

 

Scroll Up