Home > Primo piano > Ross, primo a fare il giro della Gran Bretagna a nuoto: “Mia nonna di Rimini, vorrei un’impresa da voi”

Ross, primo a fare il giro della Gran Bretagna a nuoto: “Mia nonna di Rimini, vorrei un’impresa da voi”

E’ il primo uomo a fare il giro  della Gran Bretagna a nuoto. E ad Antonello Guerrera di Repubblica rivela: «I miei nonni, i genitori di mia madre, erano di Rimini! Poi sono emigrati in Inghilterra e alla fine ci siamo stabiliti a Bristol. Mi piacerebbe compiere un’altra impresa nel vostro Paese. Mi sento geneticamente italiano, adoro Garibaldi e il Risorgimento».

Si chiama Ross John Edgley, ha 33 anni ed ha nuotato per 2882 chilometri e per 157 giorni consecutivi, mangiato 610 banane, bevuto 314 lattine di Red Bull. Inoltre è stato colpito da 37 meduse, fra le quali una gigante che gli è rimasta attaccata al viso per mezz’ora proprio mentre si trovava in uno dei punti più pericolosi dell’impresa, in un golfo della Scozia, fra correnti e gorghi che gli consentivano solo di continuare a nuotare: «Ero appena entrato in un vortice e non potevo fermarmi, né togliermela di dosso».

Il mare gli ha però regalato anche momenti commoventi, come gli incontri con le foche e, nel golfo di Bristol, addirittura con una balenottera, che l’ha accompagnato per quasi 10 km:  «Secondo me mi ha scambiato per una foca ferita, per questo è rimasta così a lungo con me. Poi però a un certo punto è andata via, spero che mi scriva un giorno», ha scherzato con il pubblico lo festeggiava come un eroe al suo arrivo domenica pomeriggio sulla spiaggia accanto al porto di Margate, nel Kent,

Ora ha la lingua oramai imputridita per via dell’acqua salata, ma in compenso è ingrassato di una decina di chili, lui che già misurava 95 kg per 183 cm. Ma ce l’ha fatta, divenendo il primo uomo a compiere un’impresa simile.

E cioè nuotare per 12 ore al giorno, accompagnato sì da tre amici su un catamarano, dove poteva  mangiare e dormire, ma sotto regole molto rigide, anche sulla cura delle ferite, pena la revoca del record. E così in 23 settimane ha consumato tra le 10mila e le 15mila calorie al giorno, nutrendosi oltre che di  banane, di smisurate quantità di pasta, pizza e pudding.

Ross è di Grantham in Lincolnshire. Ex pallanuotista, lo sport è nella tradizione della famiglia: padre allenatore di tennis, madre velocista dell’atletica leggera, oltre al nonno maratoneta che sposò la donna riminese.

Edgley non è nuovo a imprese estreme: come correre una maratona trascinandosi un’automobile, per quanto fosse una Mini, legata a lui con una fune, Oppure farsi 100 km a nuoto nei Caraibi attaccato a un tronco di 50 chili in appena 32 ore. Era inoltre già entrato nel Guinness dei primati per aver nuotato per 74 giorni consecutivi durante una gara di nuoto.

Red Bull – Ross Edgley's Great British Swim

Great British Swim = COMPLETED ✅🏊🇬🇧🎉

Pubblicato da Ross Edgley su Lunedì 5 novembre 2018

Ultimi Articoli

Scroll Up