Home > Ultima ora politica > Rufo Spina (FdI): “Ecco come risolvere i problemi di Via Ducale”

Rufo Spina (FdI): “Ecco come risolvere i problemi di Via Ducale”

Il Consigliere Comunale Carlo Rufo Spina, di Fratelli d’Italia interviene con una interrogazione al sindaco sui problemi della zoan di via Ducale.

“I problemi di viabilità causati da questa amministrazione nel tratto Corso d’Augusto-Via Ducale non sono più tollerabili.

La vostra mala gestione e la vostra cronica incapacità di pianificazione hanno ormai da anni trasformato una zona residenziale di pregio del centro storico in una sorta di circonvallazione a lentissimo scorrimento, invivibile per i residente sia di giorno che di notte, con transito di mezzi pesanti ed altamente inquinanti: i residenti non possono nemmeno più tenere aperte le finestre sulla strada tale è l’invivibilità della situazione.

Senza dubbio questo problema è stato causato dalla concomitante decisione di chiudere al traffico veicolare Piazza Malatesta e mandare, doverosamente, in pensione il Ponte di Tiberio dopo 2000 anni di onorato servizio, senza essere stati in grado in 75 anni di creare una viabilità alternativa a nord del Ponte.

Il divieto di transito dopo le ore 20:00 inoltre è insufficiente e comunque ampiamente violato, inoltre contribuisce a generare una viabilità sempre caotica e mai stabile.

Traiamo quindi i seguenti punti fermi: il Ponte non può essere riaperto alle auto, via Ducale deve cessare immediatamente restituita alla sua tranquillità, distraendo il flusso diurno e notturno di auto della direttrice monte-mare.

Alla luce della situazione di fatto, dobbiamo quindi prendere atto che l’unica soluzione è ripristinare il senso unico mare-monte di via bastioni settentrionali, in modo tale che le auto che percorrono via circonvallazione occidentale in direzione mare possano proseguire sulla medesima direttrice e raggiungere la rotonda dei Mille senza entrare in centro storico e attraversare, tortuosamente, via Ducale.

In tale modo si potrà anche togliere quell’orribile ed antiestetico recinto di mattoni posizionato tra il ponte di Tiberio e il Corso d’Augusto, che delimita il cordolo della strada di accesso da monte e che crea più di una difficoltà all’ingresso anche delle biciclette provenienti da San Giuliano.

In questo modo le automobili che provengono da Via Matteotti e che intendano raggiungere la zona sud della città dovranno proseguire per via dei Mille e, nel caso dei residenti, potranno entrare in centro attraverso Via Giovanni XXIII, che a sua volta dovrà essere ripristinata in direzione mare-monte e da lì, per il tramite di Via d’Azeglio, reimmettersi in Via circonvallazione occidentale mediante il ripristino della svolta a sinistra in corrispondenza della “Cita”, mentre, nel caso dei non residenti, dovranno proseguire per via Roma e raggiungere così la zona sud, utilizzando i perimetri esterni delle mura cittadine quale via di scorrimento naturale. In tale ottica sarebbe opportuno consentire a tutte le auto la svolta a destra in via Bastioni Orientali in modo da ricongiungersi all’Arco e, tramite la nuova viabilità di Largo Unità d’Italia, approdare in via Circonvallazione Meridionale e da lì a Via della Fiera, Acquario e Valturio, Marecchiese.

Questo nuovo assetto, necessario e improcrastinabile, è l’unico in grado di conferire fluidità alla circolazione stradale, tutelare i residenti e creare un sistema più razionale e snello.

Questa soluzione va a vantaggio della percorrenza della direttrice monte/Rimini sud verso il mare, che è senza dubbio quella con maggior carico, e parzialmente a sfavore della percorrenza Rimini Nord-Rimini Sud con direzione Marecchiese. Tuttavia chi intende raggiungere la Marecchiese e Via della Fiera provenendo da Rimini Nord deve imparare ad evitare l’ingresso in centro, optando per la svolta preventiva in Via Tonale e raggiungere così la Nuova Circonvallazione.

Questo nuovo assetto favorisce tale soluzione e contribuisce a creare comportamenti virtuosi e razionali negli automobilisti; infine consente di allargare la sede stradale di Via bastioni settentrionali in corrispondenza di porta Galliana, in quanto da due corsie strettissime ne crea una larga, con possibilità di posizionare un necessario marciapiede.”

Ultimi Articoli

Scroll Up