Home > Eventi Cultura e Spettacoli > Sabato 2 novembre Amato Mannocchi presenta il suo libro “Così ho amato Santarcangelo”

Sabato 2 novembre Amato Mannocchi presenta il suo libro “Così ho amato Santarcangelo”

Sarà presentato a Santarcangelo, presso la sala della biblioteca comunale, sabato 2 novembre, alle ore 17.00, il libro di Amato Mannocchi “Così ho amato Santarcangelo”.

 

Oltre all’autore e al direttore della biblioteca Pierangelo Fontana, interverranno Giuseppe (Pino) Zangoli, Rita Giannini, Flavio Semprini.

 

Com’è nato il Festival di Santarcangelo e chi ebbe l’idea primigenia? Chi era Virgilio Landi e perché è importante per la storia del centro storico? E’ vero che Santarcangelo avrebbe potuto avere una sua televisione? E la storia delle corna di bue sotto l’arco di piazza Ganganelli, da dove arriva? Sono solo alcune delle domande che troveranno risposta leggendo il libro di Amato Mannocchi “Così ho amato Santarcangelo”.

Mannocchi è uno dei personaggi più conosciuti di Santarcangelo. Assessore comunale fra il 1970 e il 1980, in questa veste è stato uno degli ideatori del Festival di Santarcangelo e del successo della Fiera di San Martino. Ragioniere commercialista, ha promosso la nascita della Corte Arbitrale delle Romagne e dell’Associazione “Santarcangelo delle Professioni” e ha attraversato la vita economica e lavorativa della sua città dagli anni ’60 in poi.

 

In questo libro ripercorre la storia di Santarcangelo dal suo punto di vista. Un punto di vista “operativo”, sempre al centro delle vicende che hanno segnato, nel bene e nel male, la vita sociale, politica ed economica cittadina. Nel libro si susseguono personaggi, incontri, storie, iniziative che Mannocchi racconta dal suo angolo di visuale, senza avere la pretesa di raccontare la “Storia” con la esse maiuscola ma conscio di aver partecipato in presa diretta “alle storie” che hanno reso Santarcangelo quella che è oggi.

Scroll Up