Home > Eventi Cultura e Spettacoli > Saludecio, arriva “La Vela Illuminata” con “La casa dei Libri” di Isabelle Coixet

Saludecio, arriva “La Vela Illuminata” con “La casa dei Libri” di Isabelle Coixet

La Vela Illuminata, la rassegna itinerante cinematografica organizzata da Notorius Rimini Cineclub con il contributo di Regione Emilia Romagna, Coop Alleanza 3.0 e dei Comuni partecipanti all’iniziativa, prosegue nell’estate 2020 in diverse piazze della Provincia di Rimini, con un ricco programma di proiezioni all’aperto ad ingresso gratuito fino ad esaurimento dei posti disponibili (inizio alle ore 21.15), aperte ogni sera da un cortometraggio d’animazione selezionato dal Festival Cartoon Club di Rimini. In caso di maltempo le proiezioni si tengono al coperto laddove è possibile. Saranno osservati tutti i protocolli sanitari richiesti, con il distanziamento delle sedute (1 metro tra uno spettatore e l’altro), presenza di flaconi di gel disinfettante all’entrata dell’area predisposta per la proiezione ed obbligo di mascherina per accedere all’area di proiezione (una volta al posto la mascherina va rimossa per seguire la proiezione in tutta tranquillità).

Sabato 1 agosto la Vela si innalza a Saludecio (piazza Santo Amato Ronconi) per la proiezione di La casa dei libri di Isabelle Coixet con Emily Mortimer, Bill Nighy e Patricia Clarkson.

Un libro non è un oggetto qualsiasi. A differenza di altre cose, ha spesso una valenza rivoluzionaria: chi legge pensa, assimila, ragiona e si forma un pensiero critico. Da sempre, dunque, la cultura è vista come una minaccia da parte di chi ha un interesse particolare a che il popolo rimanga ignorante e sottomesso. Una di queste storie è raccontata, sulla scorta di un romanzo semi autobiografico di Penelope Fitzgerald, nel film di Isabel Coixet, che vede una vedova appassionata di lettura, osteggiata nella sua attività di proprietaria di una libreria, in una rigida e classista cittadina costiera inglese del 1959. Una storia sulla carta molto bella e ben recitata, con la regia in apparenza più interessata a restituire il freddo morale e materiale del luogo che le passioni umane che lo abitano. Lavorando per sottrazione di toni e di colori, la regista crea una vicenda che da commedia in partenza si trasforma in dramma ed inattesa tragedia.

Scroll Up