Home > Ultima ora > Saludecio: i cavalli e la loro storia…

Saludecio: i cavalli e la loro storia…

I cavalli e la loro storia sono i protagonisti di Salusequus. Dal 5 al 7 agosto torna la manifestazione che per la seconda edizione si presenta con un programma ancora più ricco dalle ore 16 a tarda notte: spettacoli equestri, gare e dimostrazioni ippiche, quintana, rievocazioni storiche, scuderia didattica, giro con i pony, mostre e mercato. Quest’anno si aggiunge il Palio delle Terre Malatestiane e del Montefeltro con la gara dell’anello e il palio a cavallo. Mentre gli spettacoli serali del Galà sotto le stelle vedranno impegnati con le loro attrazioni artisti internazionali.

Per tre giorni Salusequus racconterà storie di cavalli. “Poche altre tematiche come quelle relative a questo nobile animale coprono spazi così complessi e articolati, passando dall’umile lavoro dei campi alle scuderie reali, dagli infuocati campi di battaglia alle religioni, dall’arte alla terapia, dallo sport alla mitologia”, spiega Davide Garavaglia presidente di ViviSaludecio, l’associazione culturale per lo sviluppo e promozione del territorio che organizza l’evento. “Salusequus 2015 è stata molto apprezzata nell’ambito equestre sia amatoriale che professionale, promuovendo in modo importante il nostro paese e il territorio. C’è quindi una forte attesa per l’edizione 2016 che dovrà sancire in maniera assoluta la singolarità, la spettacolarità e l’importanza di questa kermesse che si svolge nell’ambientazione unica quanto fantastica del borgo di Saludecio”.

Ampio spazio sarà dato ai bambini e alla loro famiglie con le scuderie didattiche, il giro con i pony al Giardino dei profumi, tatanka e il villaggio indiano con il cavallo meccanico. I circoli ippici inoltre presenteranno le discipline sportive e gli indirizzi agonistici, hobbistici e didattici. A Salusequus potranno essere ammirati e accarezzati anche i più bei cavalli che vivono allo stato brado sul massiccio del monte Catria. Lungo il viale Dei Tigli i visitatori potranno vivere un’esperienza di altri tempi salendo su una carrozza dell’Ottocento, che trainata da cavalli percorrerà il viale alberato.

Tra le novità sarà presentato per la prima volta Il Palio delle Terre Malatestiane e del Montefeltro. Dodici cavalieri e dodici cavalli daranno vita a un connubio culturali e artistico tra gli antichi territori un tempo contrapposti. Saranno coinvolti Rimini, Verucchio, Gradara, Saludecio, Mondaino, Montegridolfo, Urbino, Fermignano, Sassocorvaro, Urbania, Sant’Angelo in Vado ed Apecchio. Partendo dal Campo militare nel quale stazionano i cavalli bardati da guerra, il corteo della rievocazione storica con figuranti e musici, attraverserà il borgo ed entrerà nel Campo del Palio dove sfilerà dinnanzi alle dodici delegazioni ufficiali. I giochi d’arme a cavallo anticiperanno il palio: dodici binomi cavalli e cavalieri saranno scelti tra i primi classificati dalla gara dell’anello, valevole per il campionato di monta da lavoro storica dell’Emilia Romagna. Attraverso un’estrazione i binomi saranno abbinati ai dodici comuni, i cavalieri sui loro destrieri infine si contenderanno il Palio.

Ritengo sia un’importantissima iniziativa di natura cuturale, storica-rievocativa, di interscambio e sportiva – prosegue Garavaglia -, intendiamo promuovere ed interessare un’area che si spinge fino a coinvolgere due regioni (Romagna e Marche) e dodici comuni. Territori di confine, un tempo contrapposti tra loro, ma artefici nel periodo Umanistico-Rinascimentale del più importante esempio culturale di tutti i tempi. Abbiamo pensato quindi di “vestire” la quintana storica a cavallo con un abito diverso, andando ben al di là di un semplice palio. I dodici comuni si incontrano ufficialmente, ognuno dei quali, presenta il proprio gonfalone e delegazione istituzionale”.

Altre novità. Gli spettacoli Gala’ sotto le stelle, inizieranno alle 21,30 e vedranno impegnati per le tre le serate artisti ed attrazioni internazionali. Dai magnifici pony da fiaba di Andrea Celani, tra l’altro direttore artistico del galà, alla Doma Vaquera di Alessio Paoletti, dai Cavalli in Libertà di Chiara Cutugno alle acrobazie di Giorgia Cellitti e Tamara Nencini, dai Cavalli in alta scuola di Claudio D’Achille al lavoro in Alta scuola alla mano di Antonino Siracusa. Un susseguirsi di divertimento e tensione, di dolcezza e forza. I bambini saranno coinvolti da Andrea Celani Pony Show a cui quei dispettosi cavallini ne combinano di tutti i colori.

Durante la manifestazione saranno in funzione osterie e la birreria della staffa.

L’ingresso a Salusequus è libero.

Scroll Up