Home > Ultima ora > San Giovani in Marignano: approvato il bilancio consuntivo

San Giovani in Marignano: approvato il bilancio consuntivo

Il 28/04/2016 il Consiglio Comunale di San Giovanni in Marignano ha approvato il Conto Consuntivo 2016, con i voti favorevoli della maggioranza e contrari della minoranza.

 

Il consuntivo 2016” – dichiara l’assessore al bilancio Maura Tasini – “chiude un anno finanziario positivo. Gli impegni assunti nei confronti dei cittadini sono stati mantenuti. Riduzione della fiscalità, riduzione dell’indebitamento da mutui, mantenimento dei servizi senza aggravi sui costi per i cittadini”.

L’Amministrazione Comunale  ha garantito tutti i servizi senza arretramenti  e soprattutto senza aumenti della fiscalità locale e delle tariffe dei servizi comunali. Lo sforzo è stato significativo visto che le risorse a disposizione sono nettamente diminuite,  per effetto dell’abolizione della Tasi sulle abitazioni principali. I trasferimenti  dello Stato non hanno compensato  il mancato gettito (tirando le somme mancano all’appello 60.000,00 euro).  Inoltre c’è stata una ulteriore riduzione nei trasferimenti erariali di  60.000,00 euro.

Se il bilancio è lo strumento che  consente di governare e di agire le scelte intraprese, allora” – continua l’assessore – “possiamo dire che gli obiettivi sono stati raggiunti e che la qualità di vita dei cittadini di San Giovanni è rimasta invariata, senza aggravi ed anzi con una riduzione della spesa comunale e senza maggiori costi per i cittadini”.

Anzi, nel 2016 l’Amministrazione ha diminuito l’addizionale Irpef dello 0,30 per mille, passando  dal 7,5 per mille al 7,2 per mille. Anche nel 2017 è stata attuata una ulteriore riduzione dello 0,20. E’ intenzione dell’Amministrazione continuare su questa strada anche in futuro, tenendo fede ad un preciso impegno nei confronti dei cittadini, quello di ridurre  la pressione fiscale.

Un altro dato molto importante, anche questo frutto di una preciso impegno assunto dall’Amministrazione Morelli nei confronti dei cittadini, è la riduzione dello stock di indebitamento da mutui, che continua a diminuire di anno in anno, grazie al fatto che non si contraggono nuovi finanziamenti.

Questo genera il duplice aspetto positivo di ridurre l’indebitamento e  la rata mutui.

Lo stock di debito ha avuto infatti la seguente evoluzione: 2014 18.387,744,69 euro, 2015 17.856.210,45 euro, 2016 17.322.964,61 euro. Parliamo quindi di una riduzione progressiva annua media di  530.000,00 euro che in tre anni corrisponde a  circa un milione e mezzo di euro.

Ovviamente riducendosi la quota mutui, anche la rata mutui si riduce di circa 20.000,00 euro nell’ultimo anno. L’evoluzione in questo caso è la seguente:

2014 1.339.617,64 euro, 2015 1.322.887,62 euro, 2016 1.301.848,38 euro.

L’Amministrazione è soddisfatta di potere dire che anche in questo caso c’è stata coerenza con gli impegni assunti. L’indebitamento si sta gradualmente alleggerendo, con una riduzione anche sulla spesa, a causa di una rata mutuo più bassa.

La progressiva riduzione della pressione fiscale ed il mantenimento dello standard dei servizi, sono la conseguenza di scelte oculate attuate nei bilanci precedenti con la riduzione dei costi in vari settori, dalla telefonia, alle pulizie nelle sedi, alla gestione del verde attraverso l’internalizzazione del servizio di manutenzione del verde e la riduzione della rata mutui, come sopra specificato.

Nell’ottica di rendere più efficiente la spesa alcuni servizi sono stati affrontati in maniera diversa, come ad esempio il teatro: si è sperimentata una nuova modalità di gestione del teatro comunale per il primo semestre 2016, la gestione è stata affidata in concessione ad una compagnia teatrale che operando in sinergia con altri due associazioni comunali, ha consentito una riduzione notevole della spesa a fronte di un buon servizio. A fine anno poi a seguito di una nuova gara abbiamo avuto l’aggiudicazione della gestione del teatro alla compagnia Teatro Europeo Plautino, con un costo contenuto, 20.000,00 euro, ma con un calendario di eccellente qualità.

Il servizio del verde, già svolto in economia per contenerne fortemente il costo, è stato  potenziato con l’acquisto nel 2016 di un ulteriore macchinario per il taglio dell’erba (costo  circa 25.000,00 euro). Grazie a questo investimento è stata raddoppiata la capacità di taglio dell’erba da parte dell’Amministrazione comunale, che ha permesso di tenere sotto controllo tutti i parchi comunali.

Il Sindaco Daniele Morelli rimarca che “Tutte le azioni elencate hanno fatto sì che sul sociale lo sforzo dell’Amministrazione sia stato efficace, in quanto sono state esaudite tutte le richieste provenienti dai vari settori: scuola, handicap, famiglie in difficoltà. Nessuno è stato escluso, siamo rimasti vicini a tutti coloro che avevano necessità di sostegno. Questo dato è di piena soddisfazione per chi governa, perché chi amministra non può prescindere dal dare risposte a chi è più debole, a chi soffre, a chi con dignità chiede aiuto. Per questo ci siamo sempre impegnati affinchè nel sociale nessuna richiesta rimanesse inascoltata.

Inoltre non possiamo dimenticare l’importante lavoro che svolgono sul territorio marignanese le associazioni, dando vita ad una serie di numerose e bellissime iniziative e collaborando con l’amministrazione nella realizzazione di eventi e manifestazioni, primo fra tutti ‘La Notte delle Streghe’. Questo evento continua ad essere un importante strumento di vivacità culturale, capace anche di creare un indotto ed una ricaduta importante sulle associazioni e sulle nostre attività culturali e commerciali. Il costo dell’evento si è andato riducendo nel tempo, ma la bellezza e la ricchezza dell’offerta è sempre migliorata, grazie appunto al contributo importantissimo della rete di volontariato che ci lavora. Ho voluto prendere ad esempio La Notte delle Streghe, quale evento più significativo, ma la rete di interventi, progetti ed azioni dell’associazionismo marignanese, è certamente molto più ampia”.
In materia di equità fiscale è doveroso ricordare che  nel 2016 sono state applicate: agevolazioni Tari riguardanti persone con invalidità al 100% con determinati limiti di reddito, è stata prevista l’esenzione Tosap relativamente agli esercizi che introducono degli ausili per facilitare l’accesso ai diversamente abili. Agevolazioni, legate all’autonomia regolamentare in materia tributaria dei comuni, che  lasciano trasparire l’attenzione di questa Amministrazione sul tema delle diverse abilità, in linea con le linee di indirizzo che contraddistinguono il nostro mandato elettorale. Si ricordano   l’esenzione dal pagamento dell’addizionale comunale Irpef per i redditi inferiori a 15.000,00 euro,  le agevolazioni sulla Tassa Rifiuti per gli ultrasessantacinquenni con redditi bassi.

Nell’ottica dell’equità fiscale è proseguita nel 2016 la politica per il recupero dell’evasione tributaria e fiscale, con il conseguimento di un risultato molto importante: 632.634,83 euro, di cui 546.485,14 derivanti da accertamenti Imu e Ici e 67.876,69 euro da accertamenti Tassa rifiuti.

A partire dal 2016 è stato invece introdotto un progetto di sviluppo del commercio marignanese e del suo centro commerciale naturale in Partenariato con la Regione Emilia Romagna che prevedeva: a) la formazione degli operatori commerciali rivolta al rapporto con l’utenza e valorizzazione e promozione della gestione della propria attività; b) la realizzazione di un piano promozionale unitario dell’intera area commerciale naturale, attraverso la realizzazione di un marchio  identitario, la realizzazione di un sito internet  rappresentativo di tutte le attività e iniziative del territorio; c) la definizione di un piano di miglioramento dell’accessibilità, della segnaletica di indirizzamento, ottimizzazione parcheggi, flussi di traffico, predisposizione servizi di trasporto agili e a basso impatto ambientale a costi contenuti; d) la promozione delle attività commerciali in occasione delle festività Natalizie; e) interventi per la definizione layout merceologico e riqualificazione; f) attività di monitoraggio delle azioni sopra esposte inerenti le attese ed i comportamenti dei consumatori e degli operatori, diffusione dei risultati fra gli operatori e gli altri portatori di interesse. Al fine del raggiungimento di tali obiettivi sono state messe a disposizione risorse per 50.000,00 finanziate al 50% tra ente locale e regione.

Sulle spese in conto capitale l’impegnato è di 369.760,47 euro  con forte attenzione  sulle manutenzioni. Sono in corso i lavori alla scuola di Santa Maria e alla residenza per anziani per la realizzazione di un nuovo ascensore di un monta-lettighe e  due camere.

Il risultato di Amministrazione, di oltre 700.000,00 sarà invece fonte di finanziamento per gli investimenti. Poiché l’amministrazione ha scelto di non contrarre nuovi mutui, le fonti finanziarie per le opere pubbliche disponibili sono gli oneri di urbanizzazione, le alienazioni e l’avanzo, una risorsa fondamentale per investire sul nostro territorio, a favore dell’intera collettività.

Scroll Up