Home > Ultima ora Attualità > San Giovanni in Marignano: il Comune aumenta i finanziamenti allo sportello psicologico

San Giovanni in Marignano: il Comune aumenta i finanziamenti allo sportello psicologico

Nel dibattito attuale, in seguito al non riconoscimento del bonus psicologo per chi ha disturbi psichici o necessita di sostegno a causa di effetti psicologici legati alla pandemia, è tornato alla luce in maniera evidente la mancanza di accessibilità e disponibilità di risposta concreta a chi soffre un malessere psicologico e non è nella condizione economica di far fronte alla spesa conseguente. 

A San Giovanni in Marignano è attivo da diversi anni per i cittadini marignanesi, “Il filo di Arianna”, Sportello di Ascolto, Consulenza e Orientamento psicologico completamente gratuito, sostenuto dal Comune da diversi anni nell’ottica della promozione e tutela del benessere del cittadino.  

Lo sportello, denominato è gestito da gennaio 2017 dalla Cooperativa Sociale Labirinto e viene erogato in uno spazio riservato, presso i locali comunali della Biblioteca comunale, in Via Roma, primo piano, Ufficio Sportelli, nel rispetto della riservatezza e della privacy. Ogni mercoledì pomeriggio, la Dott.ssa Maura Gaudenzi, professionista psicoterapeuta, riceve gli utenti che ne fanno richiesta tramite apposito appuntamento telefonico al 334.7052222, fino ad un massimo di 4 incontri a persona. Nel corso dell’emergenza si è riscontrata l’importanza e la necessità di tale servizio, tanto che la Giunta comunale ha stabilito dal 2020 di aumentare la copertura economica per promuovere una maggiore fruizione per i cittadini in questo momento di particolare bisogno.

E’ di estrema attualità il tema del riconoscimento pubblico del sostegno alle persone in termini di salute mentale, sia in ottica preventiva che di consulenza e cura. A tutti gli effetti ancora non vi è stata un’adeguata risposta nel riconoscere al benessere mentale la stretta relazione ed il ruolo complementare che riveste insieme alla salute fisica dell’individuo. Proprio cogliendo questa mancanza, a San Giovanni ci siamo impegnati a contribuire con una nostra precisa scelta, che si è concretizzata nell’investimento su di un servizio specifico, uno sportello di ascolto e consulenza psicologica gratuita, altamente professionale, che fungesse da punto di riferimento costante per i nostri cittadini. Nel tempo abbiamo messo a contatto lo psicoterapeuta con tutte le realtà istituzionali, professionalità dei servizi pubblici ed associazioni di volontariato affinché il suo ruolo e la sua azione evolvessero in base alle esigenze presenti ed alla contingenza del momento. Proprio per questo motivo abbiamo aumentato l’investimento a partire dall’inizio del 2020, ad inizio dell’emergenza sanitaria, cogliendo immediatamente la portata dei risvolti psicologici che la pandemia comportava ed avrebbe comportato. In questo modo abbiamo potuto offrire sostegno e risposte a famiglie, giovani, anziani, ma anche appoggio agli operatori della RSA (Casa Residenza Anziani), visti i ritmi e la situazione emotiva alla quale sono da tempo sottoposti. La speranza è che questo tipo di servizio veda il sostegno di sempre più istituzioni e dello Stato Italiano. Purtroppo si è ancora molto indietro rispetto a questo riconoscimento, ma noi sappiamo di aver fatto da sempre ciò che era possibile ed indispensabile ed abbiamo la forte convinzione di voler continuare ad offrire ai nostri cittadini strumenti preziosi come questo per il loro benessere“.

Nella foto: l’assessore Bertuccioli e Maura Gaudenzi, la psicoterapeuta del servizio

Ultimi Articoli

Scroll Up