Home > Ultima ora politica > San Giovanni Marignano: oltre 140mila euro per rispondere ai bisogni della comunità

San Giovanni Marignano: oltre 140mila euro per rispondere ai bisogni della comunità

L’Amministrazione Morelli ha approvato ieri sera a San Giovanni in Marignano in Consiglio Comunale la settima variazione di bilancio dell’anno 2020, un anno che si è dimostrato veramente sconvolgente ed inedito. Proprio per questo motivo nel corso del 2020 sono state approvate in consiglio diverse variazioni di bilancio per affrontare tutte le situazioni straordinarie legate all’emergenza Covid e assolutamente imprevedibili solo un anno fa. 

Si tratta di una variazione molto importante e decisiva per i mesi che si presenteranno. L’obbiettivo dell’Amministrazione continua ad essere quello di dare risposte concrete, efficaci e di non lasciare indietro nessuno, soprattutto in momenti delicati ed incerti come questo, così come il procedere con le azioni ed i progetti ordinari già in programma, ripensandoli alla luce della nuova situazione.

 

Entrate
Sul versante delle entrate sono stati adeguati alcuni capitoli in base a ciò che è stato incassato e in conseguenza ai trasferimenti ricevuti da parte di Stato e Regione. Particolarmente degno di nota è il trasferimento dello Stato, che compensa le minori entrate nel 2020 nei capitoli IMU, IRPEF e TOSAP e fa fronte alle spese sopraggiunte legate all’emergenza sanitaria. Da tale fondo sono stati già impegnati 385.000 euro.

È stato inoltre recepito il contributo regionale di 6.750 euro, disposto con delibera di Giunta Regionale 894/2020, per aiutare le famiglie a sostenere l’attività sportiva dei propri figli, al quale l’Amministrazione comunale ha deciso di integrare ulteriori risorse pari a 3.300 euro, arrivando così ad uno stanziamento complessivo di 10.050 euro.

 

Interventi sulla tariffa corrispettiva  
Un altro importante contributo è quello di Atersir di 17.700 euro per l’attivazione di interventi sulla tariffa corrispettiva del servizio nettezza urbana a favore delle utenze domestiche. Queste risorse saranno destinate ad abbattere i maggiori costi sostenuti dai cittadini che per le normative Covid sono stati costretti ad interrompere la raccolta differenziata.

 

Manovre sociali   
Per quanto riguarda il versante delle spese, sono state scelte importanti manovre sia nel campo del sociale che in quello economico, misure decisive che vogliono andare incontro all’attuale emergenza cercando di aiutare chi si trova in difficoltà. 

Partendo proprio dal sociale, è stata potenziata la manovra regionale sul sostegno all’affitto stanziando ulteriori 50.000 euro quale quota comunale per i cittadini in difficoltà economica. Si è appena chiuso il bando regionale e con queste nuove risorse, oltre a dare risposta a tutte le domande che ne hanno diritto, sarà possibile dare vita ad un ulteriore avviso pubblico per sostenere il pagamento dell’affitto per coloro che continuano a versare in condizioni economiche precarie.

Si è scelto di rifinanziare, questa volta solo con risorse comunali, la manovra di solidarietà alimentare, che durante il lockdown era stata promossa dallo Stato, stanziando 40.000 euro per la distribuzione di buoni spesa, i cui criteri verranno stabiliti da un apposito tavolo tecnico, sulla base di tutte le rilevazioni che i servizi sociali hanno elaborato anche grazie al questionario promosso gli scorsi mesi.

A complemento di questi strumenti di aiuto alle famiglie in difficoltà, va collocato il contributo di 3.500 euro alla Caritas, realtà territoriale importante con la quale vi è un lavoro di sinergia nei tavoli permanenti, grazie alla quale è possibile mettere in pratica altri progetti, come l’aiuto al pagamento delle bollette. 

Un’ulteriore manovra di aiuto alle famiglie che hanno valore ISEE fino a 25.000 euro, è lo stanziamento di 15.000 euro per sostenere il pagamento del trasporto scolastico delle scuole superiori, sia per la tratta verso Pesaro/Urbino, sia per quella verso Rimini. 

E’ stata inoltre incrementata la spesa nel capitolo dell’accompagnamento sul trasporto scolastico di 5.500 euro in quanto è risultato necessario aumentare il numero di accompagnatori su tutti i pulmini scolastici per garantire e controllare il distanziamento fisico dei bambini e ragazzi. 

 

Sostegno alle imprese

Una scelta importante è stata presa anche nel campo dell’economia, stanziando ulteriori 39.680 euro a favore delle imprese. Questo stanziamento permetterà di poter dar vita a un nuovo bando, ad integrazione delle misure già deliberate, per il riconoscimento di un contributo, in accordo con le associazioni di categoria del mondo della piccola impresa e del commercio, a sostegno delle micro e piccole imprese che hanno subito una riduzione di fatturato a seguito della crisi sanitaria, nonché una misura immediata per le imprese che stanno subendo le nuove restrizioni di cui si discute proprio in questi giorni.

 

Rigenerazione Urbana e interventi vari in conto capitale

Sono stati incrementati alcuni capitoli per le manutenzioni ordinarie del patrimonio comunale, in particolare si tratta principalmente di interventi nelle scuole di circa 20.000 euro, così che vadano incontro anche alle esigenze emerse a seguito della nuova riorganizzazione dettata dal Covid-19. 

Inoltre, sono state stanziate risorse nel capitolo della rigenerazione urbana per le azioni di accompagnamento complementari al progetto, mentre in conto capitale è stato previsto l’incremento delle spese di progettazione della nuova scuola innovativa, l’adeguamento di spesa nei capitoli di manutenzione straordinaria, gli importi per l’intervento di recupero della Scuola per l’Infanzia di Montalbano, per il restauro della Chiesa di Santa Lucia e per gli spogliatoi degli impianti sportivi. Questi ultimi interventi sono stati finanziati dalla riduzione dello stanziamento in altri capitoli risultanti capienti e dal contributo regionale per investimenti di 328.000 euro ai sensi della delibera di Giunta Regionale n. 1037 del 3/08/2020.

 

Una variazione di Bilancio – sottolinea l’Amministrazione Morelli – studiata e sentita, frutto di un importante lavoro di lettura della realtà, ascolto e approfondimenti con personale competente. Ora più di prima occorre essere celeri ed incisivi nel dare risposte alla cittadinanza. Noi faremo come sempre la nostra parte con interventi che non possono di certo essere della stessa portata di quelli statali o regionali, ma che produrranno degli effetti nella tenuta sociale. 

Uno sguardo alle difficoltà, uno sguardo al futuro; in questa variazione di bilancio c’è la giusta e doverosa attenzione alle prime necessità e alle emergenze, ma anche una tenuta sui progetti futuri”.

Scroll Up