Home > Eventi Cultura e Spettacoli > San Leo: al Forte una mostra di Coldiretti di opere di Tonino Guerra. Venerdì l’inaugurazione

San Leo: al Forte una mostra di Coldiretti di opere di Tonino Guerra. Venerdì l’inaugurazione

Nell’anno delle celebrazioni del centenario della nascita di  Tonino Guerra, Coldiretti Rimini promuove dal 6 agosto al 26 settembre presso il Forte di San Leo la mostra inedita ‘Tonino Guerra, Spesso l’orizzonte è alle nostre spalle’. 

L’esposizione, che ospita opere pittoriche dell’artista e poeta contadino di Santarcangelo di Romagna, ed è resa possibile anche grazie alla collaborazione di collezionisti privati, verrà inaugurata alle ore 10 di venerdì 6 agosto con un convegno moderato dal giornalista Giorgio Tonelli. 

Partendo dalle parole che lo stesso Guerra aveva pronunciato nel 2010 intervenendo alla tavola rotonda promossa proprio da Coldiretti sul tema ‘Cibo, dialetto, agricoltura’, una sorta di appello a ripartire dalla terra – “stiamo perdendo la nostra identità, è necessario riprendere la giusta rotta – aveva ammonito Guerra – l’uomo deve riscoprire la meravigliosa semplicità del coltivare l’orto, dobbiamo far comprendere ai nostri giovani che fare i contadini è una cosa stupenda, un atto d’amore verso il proprio territorio”, Coldiretti Rimini, insieme a Lora Guerra, moglie del compianto Tonino, all’amico e collaboratore dell’artista, Gigi Mattei Gentili e a Isabella Dalla Ragione della Fondazione Archeologia Arborea, ci introdurrà tra le pieghe dell’arte e del pensiero dello scrittore, poeta e pittore romagnolo. Le conclusioni saranno affidate a Nicola Bertinelli, Presidente di Coldiretti Emilia-Romagna e Vicepresidente nazionale di Coldiretti.

Guerra – ci tiene a ricordare Guido Cardelli Masini Palazzi, Presidente di Coldiretti Rimini che introdurrà il convegno insieme a Valentina Guerra, Assessore all’Agricoltura di San Leo – ha rappresentato uno dei più autentici testimoni delle tradizioni del mondo rurale, un vero interprete della nostra terra, un artista straordinariamente legato alle sue origini romagnole che sono anche al centro della mostra che andiamo ad inaugurare venerdì, mostra che è un omaggio a lui e al nostro territorio”. 

Con questa mostra – aggiunge il Direttore di Coldiretti Rimini Giulio Federici non solo vogliamo continuare a mantenere viva la poetica di Tonino Guerra, ma anche contribuire a tutelare e valorizzare le tradizioni rurali e culturali del nostro territorio, tra le quali c’è chiaramente anche l’intera opera di questo grande artista romagnolo”. 

Tonino Guerra era legato alla propria terra, non aveva dimenticato le sue origini e difendeva le cose semplici, quelle che servono per ritornare ad essere se stessi, era uno di noi – afferma Giorgio Ricci, vicedirettore di Coldiretti Rimini e uno dei curatori dell’esposizione – così come i nostri agriturismi e le nostre imprese agricole, anche Tonino, attraverso le sue opere,  contribuiva e contribuisce tuttora a presidiare e mantenere vive e intatte le bellezze del nostro territorio”.

La mostra gode del patrocinio della Provincia di Rimini e dei Comuni di San Leo, Santarcangelo di Romagna e Pennabilli ed è visitabile negli orari di apertura della Fortezza.

Ultimi Articoli

Scroll Up