Home > Eventi Cultura e Spettacoli > San Leo: sabato 26 l’evento internazionale “Leonardo The Immortal Light”

San Leo: sabato 26 l’evento internazionale “Leonardo The Immortal Light”

San Leo sarà la sede della 26° tappa internazionale promossa dalll’International Committee Leonardo da Vinci con il progetto Leonardo The Immortal Light. Sarà il Torrione Martiniano all’interno della Fortezza di San Leo il luogo scelto per celebrare il genio vinciano in occasione del suo cinquecentesimo anniversario. L’evento si svolgera il 26 settembre e avrà inizio alle ore 16 la serata presenterà tutti gli aspetti degli eventi che si sono svolti per le celebrazioni sviluppati in Italia e all’estero. Il comitato internazionale, infatti, ha organizzato eventi in dodici regioni italiane e molti paesi esteri, alla base l’espressione di universalità del genio toscano. Gli elementi fondanti la progettazione sono infatti rappresentati dalla promozione della Pace, attraverso la cultura e la condivisione, per questo motivo facenti parte del progetto troviamo il Centro per l’UNESCO di Firenze.Un progetto dunque che vuole essere garante dell’eccellenza italiana, e che questa debba essere espressa all’interno dei siti storico-culturali e paesaggistici più importanti della nostra penisola. 

L’evento, patrocinato dal Comune di SanLeo con il sostegno della SanLeo 2000, vedrà la partecipazione di molte realtà nazionali. L’evento vedrà la partecipazione del Sindaco Leonardo Bindi del Consigliere Pierluigi Sacchini e altri membri del Comune. L’evento prevederà una conferenza della studiosa Annalisa Di Maria con le sue ultime scoperte sull’opera più importante del genio vinciano, la sua Gioconda. Il Libro di Annalisa, dal titolo “Leonardo e la Scuola Neoplatonica” che sta destando tanto clamore è stato presentato al Salone del Libro di Torino nello Spazio Marche. Una scoperta che rivoluziona il significato delle opere di Leonardo, una testimonianza archivistica e di studi di laboratorio, per confermare il rapporto di Leonardo con il mondo platonico dell’anima, delle idee e dell’amore. Un viaggio attraverso la simbologia alchemica ed esoterica, che hanno contraddistinto il complesso mondo del maestro, facendolo divenire nell’universo il sommo, il filosofo, l’artista scienziato. Un neoplatonico, il più grande del suo tempo, l’unico che più di tutti cercò di rendere l’anima immortale attraverso le parole di Platone e, a creare intorno a sé, quella conoscenza basata sull’esperienza. La Gioconda, l’opera che rappresenta la sua vita, il suo viaggio, tutta la sua arte, attraverso quel viso, Leonardo, ha immortalato sé stesso e la bellezza eterna dell’arte. Grazie alla scoperta della studiosa condotta sulle velature della Monnalisa, l’opera di Leonardo acquista una dimensione come non la si era mai vista, come un eco profondo lascia l’ascoltatore in bilico verso l’idea d’immortalità. Il Progetto internazionale che si stà spostando in tutte le regioni italiane con il titolo “Leonardo The Immortal Light”, è commemorativo dei 500 anni della morte del genio Vinciano, suddiviso in quindici sezioni. Insieme alla studiosa saranno presenti altri membri del comitato internazionale, tra cui lo scultore premio della Pace nell’arte dell’O.N.U. Andrea da Montefeltro, che per l’occasione illustrerà l’opera commemorativa creata appositamente per i 500 anni del genio e i premi da lui realizzati scolpiti con la pietra del Montefeltro a cui seguirà la visita alla sua mostra personale ARCANA presente fino a gennaio all’interno della fortezza. Sarà inoltre donata un’opera al Comune di San Leo per ricordare tale anniversario. La serata prevederà un omaggio musicale a Leonardo da Vinci dall’Accademia Musicale di Firenze con un concerto per piano solo eseguito dal Maestro Pierpaolo Vincenzi sulle musiche di R. Schumann, sarà questo compiuto a chiusura di serata presso il Palazzo Mediceo. L’evento, sarà anche sede del Premio Internazionale Leonardo The Immortal Light che viene consegnato solo a coloro che si sono distinti a livello internazionale e nazionale come eccellenza nel proprio settore. Le Sezioni di premiazioni vedranno un parterre d’eccezione,per la sezione Regia ci sarà il conferito alla Lux Vide, Regia della serie tv su raiuno dei I Medici, e la premiazione del Regista Jan Michelini. Per la Sezione Letteratura e Scrittura, allo scrittore del libro I Medici, Michele Gazo da cui è stata tratta l’omonima serie televisiva. La Sezione Istruzione vedrà invece la premiazione all’Accademia Musicale di Firenze con la presenza della Direttrice Lucia De Caro, e all’Academia de Arte de Florencia del México e il suo Direttore Fabio Caselli con un collegamento dal Mexico. 

Per la sezione tutela e salvaguardia dei beni artistici e culturali lo scrittore internazionale Robert Edsel che con il suo libro Monument Man a riportato alla luce una delle pagine più importanti della protezione dei beni artistici avvenuta durante la seconda guerra mondiale; sempre per la stessa sezione sarà conferito un premio a coloro che hanno riportato alla luce il salvataggio delle opere in Italia compiute da Pasquale Rotondi, ritirerà il premio il Prof. Silvano Tiberi. Alla serata parteciperanno autorità nazionali e territoriali, esperti, funzionari e ricercatori. Si avrà inoltre la partecipazione del Presidente e Vicepresidente del Centro per l’UNESCO di Firenze Vittorio Gasparrini e Anna Dolfi. 

 

Info:

info@progettoleonardo500.org

whatsApp: 348 6455905

facebook: Leonardodavinci2019 

Scroll Up