Home > Cronaca > San Marino, in 2700 ballano nel parcheggio del tiro al volo (FOTO E VIDEO)

San Marino, in 2700 ballano nel parcheggio del tiro al volo (FOTO E VIDEO)

In Riviera scene di normalità ritrovata (e non sempre consentita) a San Marino un’oasi temporale che riporta indietro nel tempo: si è ballato per tutta la notte a ritmo di musica – techno –  nel parcheggio del tiro al volo (Area eventi San Marino Shooting club) senza distanziamento e con le mascherine finite almeno per qualche ora nel cassetto dei ricordi come – va sottolineato – consentito dalle regole vigenti a San Marino: la motivazione? Chi aveva pagato il biglietto è entrato a patto di presentare un certificato di avvenuta vaccinazione / guarigione o l’esito di un tampone negativo.

E così che oltre ai termoscanner sono tornati anche i metal detector e i cani antidroga in azione, perchè oltre al contagio bisognava tutelare anche l’ordine pubblico. In 2700 hanno ballato dalle 22 alle 5, con Sven Vath dj super ospite della serata (sul palco dalle 2 alle 5) in consolle organizzata oltre che dall’esecutivo sammarinese da Tito Pinton, titolare del Musica di Riccione e dal Silb Emilia Romagna: un evento test, perchè gli organizzatori sperano che in assenza di contagio postumo alla serata i protocolli in vigore ieri possano essere adottati in Italia per riaprire le discoteche.

A San Marino ieri sera sono arrivati giovani da tutta Italia: dal Veneto, dalle Marche, dalla Toscana e persino da Roma. Chi solo per una sera – giusto il tempo di ballare – chi per godersi l’indomani qualche giorno di mare, a Rimini o a Riccione.

L’imponente macchina della sicurezza ha contato su uno schieramento corposo di agenti della gendermeria sammarinese e 100 steward. L’area eventi è stata invece servita da numerose navette partite dalla Riviera che in più fasce orarie hanno scaricato i partecipanti in zona stadio da dove hanno poi raggiunto l’area del tiro al volo a bordo di taxi e furgoni messi a disposizione.

All’ingresso gli steward hanno di fatto imposto l’uso della mascherina e il distanziamento, una raccomandazione poi disattesa in pista. Ora non resta che attendere per vedere se l’esperimento sammarinese sortirà effetti in Italia.

Ultimi Articoli

Scroll Up