Home > Ultima ora politica > San Marino, referendum: voto a domicilio per chi è in isolamento o in quarantena a causa del Covid

San Marino, referendum: voto a domicilio per chi è in isolamento o in quarantena a causa del Covid

In vista del referendum di domenica 26 settembre 2021, la Segreteria di Stato per gli Affari Interni ricorda che agli elettori affetti da Covid-19, posti in isolamento domiciliare o quarantena, è garantita la possibilità di esprimere il voto presso il proprio domicilio. 

A tal fine occorre scaricare l’apposito modulo dal sito www.elezioni.sm (sezione Referendum – Linee Guida Sanitarie). Una volta compilato, occorre allegare anche una foto del proprio documento di identità e una foto del certificato elettorale, ed inviare il tutto, dal 15 al 21 settembre, all’indirizzo mail seggiocovid@iss.sm . 

Chi non ha la possibilità di stampare il modulo può contattare la propria Giunta di Castello che provvederà a recapitare la stampa a domicilio, lasciandola nella buchetta. 

Se l’elettore viene posto in isolamento domiciliare o quarantena dopo il 21 settembre 2021, può inviare la richiesta entro le ore 12.30 di venerdì 24 settembre 2021 con le stesse modalità precedentemente descritte. 

A seguito delle dovute verifiche, l’elettore riceverà dall’Ufficio Stato Civile il riscontro relativo all’accoglimento o meno della richiesta di voto a domicilio. 

Gli elettori che il giorno del referendum sono ricoverati presso l’Ospedale di Stato, sono ammessi al voto su richiesta rivolta al Responsabile del Reparto che ne attesta la condizione di degenza e patologia Covid-19. 

Il 26 settembre i componenti del “Seggio Speciale Covid”, di cui faranno parte anche due scrutatori scelti tra il personale medico-sanitario, si occuperanno della raccolta del voto sia presso il domicilio degli elettori (per chi si trova in isolamento o quarantena), sia presso l’Ospedale di Stato, seguendo un preciso protocollo di sicurezza.

Ultimi Articoli

Scroll Up