Home > Ultima ora Attualità > San Marino supera la soglia di sicurezza dell’82% di persone vaccinate

San Marino supera la soglia di sicurezza dell’82% di persone vaccinate

Si è svolta questa mattina una conferenza stampa di aggiornamento sull’andamento dell’epidemia da Covid-19 e di aggiornamento sulla Campagna vaccinale antiCovid da parte dell’Istituto per la Sicurezza Sociale, alla presenza del Direttore Generale e Sanitario dr. Sergio Rabini, del Responsabile del Servizio Covid Territoriale, dr. Pierluigi Arcangeli e del Responsabile della Campagna Vaccinale dr. Agostino Ceccarini.

 

Aggiornamento infezioni da COVID-19

Il numero totale di persone contagiate individuate dall’inizio della pandemia fino alla mezzanotte di ieri è di 5.534 di cui: 57 positivi attivi (età media 44 anni, sono 34 femmine e 23 maschi), 92 decessi e 5.385 guarigioni.

 

Attualmente risultano 4 persone ricoverate in Ospedale, nel reparto di Isolamento e sono 53 le persone seguite a livello domiciliare, a cui vanno aggiunte le 25 persone in quarantena.

 

I tamponi totali eseguiti dall’inizio della pandemia fino alla mezzanotte di ieri sono 83.077, di cui 25.979 su singole persone (6.47 tamponi riguardano 2.467 singoli tamponi a non residenti e i restanti 76.607 tamponi riguardano 23.512 tamponi a singoli residenti).

Da martedì 26 ottobre, inoltre, è possibile effettuare i tamponi rapidi antigenici nelle farmacie, un servizio attivato in via sperimentale, nelle farmacie di Città, di Gualdicciolo e quella di Cailungo all’Ospedale: sono 27 quelli eseguiti ieri nelle tre farmacie.

 

Si segnalano infine 8 casi di reinfezioni da Covid 19 dall’inizio della pandemia ad oggi. Si tratta di persone che hanno contratto il virus soprattutto nella prima ondata, ma due casi anche nella seconda ondata. Sono 5 maschi e 3 femmine di età diversa, che varia dal più giovane di 17 anni al più anziano, di 95 anni (l’età media è di 47 anni). Si tratta di reinfezioni registrate a distanza di 4 agli, 6 o anche oltre 9 mesi dall’avvenuta e certificata guarigione.

 

“Se guardiamo i dati relativi all’andamento delle ultime settimane – ha sottolineato in conferenza stampa il Direttore Generale e Sanitario, Sergio Rabini – vediamo che a inizio ottobre abbiamo visto calare i contagi e si sperava che la curva andasse esaurendosi. Invece, come l’anno scorso, a poco più di un mese dall’inizio della scuola si è registrata una ripresa veloce dei contagi e oggi ci troviamo con 57 contagiati, quanti ne se ne registravano al momento del picco della terza ondata, a fine agosto. Se continuiamo così anche questa settimana temo supereremo il picco di contagi della terza ondata e non possiamo permettercelo. L’Ospedale infatti, sta lavorando a pieno regime e siamo già vicini al riempimento in molti reparti di degenza. Per questo motivo – ha concluso – è già stata convocata per il prossimo 3 novembre una riunione della Commissione Vaccini per valutare di chiedere al governo di introdurre nuovamente l’obbligo della mascherina al chiuso”.

 

Campagna vaccinale antiCovid

Il dato relativo alle vaccinazioni totali eseguite a San Marino è di 47.550, di cui 22.801 prime dosi, 24.682 seconde dosi o dosi uniche, e sono già state inoculate 67 dose di richiamo.

 

L’ISS comunica che con le vaccinazioni in programma nella giornata di domani, giovedì 28 agosto, sarà raggiunto e superato l’obiettivo del Piano Vaccinale di 25mila persone completamente immunizzate, pari a oltre l’82% di tutta la popolazione vaccinabile.

 

Analizzando tuttavia anche l’andamento delle infezioni e già autorizzato dalle autorità italiane ed europee, risulta indispensabile procedere velocemente con la terza dose di vaccino antiCovid, come già deliberato dalla Commissione Vaccini ISS.

Sono già 67 le somministrazioni di richiamo antiCovid effettuate nei giorni scorsi a San Marino, a ospiti della RSA alla Fiorina e a personale medico ISS.

 

L’ISS informa che nei giorni scorsi sono state consegnate, tramite l’accordo in vigore con l’Italia, 2.340 dosi di vaccino Comirnaty (Pfizer/BioNTech) e che altre dosi arriveranno nelle prossime settimane.

 

La somministrazione della dose di richiamo al momento è prevista solo per coloro vaccinati precedentemente con il vaccino Pfizer (a distanza di almeno 6 mesi dall’ultima somministrazione) e appartenenti alle categorie degli over 85enni, immunodepressi, pazienti oncologici o personale sanitario. Nella riunione di martedì 26 ottobre, la Commissione Vaccini ISS, ha anche espresso parere favorevole anche alla terza dose eterologa, in particolare con somministrazione della dose di richiamo con vaccino a mRNA per chi ha ricevuto lo Sputnik V nella vaccinazione primaria. È invece ancora in fase di valutazione l’uso di una terza dose omologa con richiamo effettuato con Sputnik V in persone già precedentemente immunizzate con tale vaccino.

Ultimi Articoli

Scroll Up