Home > Ultima ora Attualità > San Marino, Unione Donne: “Bene la nuova legge contro il Revenge Porn”

San Marino, Unione Donne: “Bene la nuova legge contro il Revenge Porn”

UDS accoglie molto favorevolmente l’approvazione in prima lettura, con l’unanimità dell’Aula, di un Progetto di Legge promosso dai Giovani Democratico Cristiani e dai Consiglieri PDCS Alice Mina e Lorenzo Bugli che renderà reato il Revenge Porn. 

Il Revenge Porn – scrive in una nota l’Unione donne sammarinesi – è il fenomeno di condivisione pubblica di immagini o video intimi di partner o ex partner senza il consenso degli stessi e con finalità di ritorsione o di distribuzione di pornografia senza consenso. La pratica è una forma di violenza che già molti paesi hanno reso illegale, inclusa l’Italia nel 2019.

Da un’indagine risulta che il 90% delle vittime è donna e la pubblicazione avviene solitamente da parte dell’ex partner con lo scopo di umiliare l’ex compagna per vendetta dopo la fine di una relazione. Spesso le immagini – prosegue la nota – sono accompagnate da sufficienti informazioni per identificare il soggetto ritratto, rendendo aspra la vita della vittima. Dalla stessa indagine risulta che il 51% delle donne vittime di Revenge Porn ha pensato al suicidio.

La nuova legge prevede la prigionia fino a due anni che possono diventare sei, se a compiere il reato sono ex coniugi o soggetti legati da relazione affettiva alla vittima, con multe fino a 15.000 euro. È punibile non solo chi per primo diffonde le immagini – conclude la nota dell’Unione Donne Sammarinesi – ma anche chi le riceve e a sua volta le propaga, inoltre la vittima non potrà perdere il posto di lavoro come conseguenza del fatto”.

 

http://www.cybercivilrights.org/wp-content/uploads/2014/12/RPStatistics.pdf

Scroll Up