Home > Primo piano > Santa Barbara, il 2020 dei Vigili del Fuoco: 4.200 gli interventi, 900 per gli incendi

Santa Barbara, il 2020 dei Vigili del Fuoco: 4.200 gli interventi, 900 per gli incendi

Si commemora nella giornata di oggi Santa Barbara, patrona del corpo dei Vigili Del Fuoco. Occasione per il Comando di Rimini per fare il punto sui servizi svolti nell’anno oramai al termine. Circa 4200 interventi di soccorso, di cui quasi 900 dovuti ad incendi, 950 per soccorsi e salvataggi a persone o animali, oltre 160 per incidenti stradali e recuperi, oltre 300 per sanificazioni di aree o uffici pubblici nell’ambito delle misure di contenimento dell’emergenza epidemiologica, sotto il coordinamento della Prefettura, ed inoltre interventi per dissesti statici, danni d’acqua, fuga gas, ecc..

Sul fronte, invece, delle attività svolte dal Comando in tema di sicurezza antincendio sui luoghi di vita e di lavoro, si registrano, oltre 1500 istanze di prevenzione incendi espletate, fra cui 164 pareri di conformità sui progetti e 266 controlli di prevenzione incendi , oltre 70 incontri di Commissioni di Vigilanza sui Locali di Pubblico Spettacolo, circa 100 procedimenti sanzionatori per violazioni alla normativa di sicurezza antincendi sui luoghi di lavoro, 25 corsi di formazione per lavoratori addetti alla prevenzione incendi, lotta antincendi e gestione dell’emergenza delle aziende, formando complessivamente oltre 330 persone, oltre 300 lavoratori esaminati ai fini dell’accertamento dell’idoneità tecnica per lo svolgimento del ruolo di addetto aziendale alla prevenzione incendi, lotta antincendi e gestione dell’emergenza,  167 servizi di vigilanza nei locali di pubblico spettacolo quali stadi, palazzetti e teatri.

“Capacità di affrontare il pericolo con fede, coraggio e serenità sono stati i doni che hanno contraddistinto la vita di Santa Barbara, oggi ricordata dall’intero Corpo, ma sono anche le doti che è chiamato ad esercitare ancora oggi ciascun Vigile del Fuoco – spiegano dal Comando di Rimini –L’annuale appuntamento, espressione di un condiviso sentire di tutto il personale in servizio e in quiescenza, ha avuto il suo culmine con la celebrazione della Santa Messa presieduta da don Francesco Diana, Cappellano dell’Ordinariato Militare, e Don Concetto Reveruzzi, parroco della Chiesa di Santa Maria Annunziata della Colonnella, il quale ha evidenziato il ruolo fondamentale dei Vigili del Fuoco protagonisti sia sul fronte della prevenzione che del soccorso, anche a rischio della personale incolumità, in tutti quegli scenari che l’intero Paese ha imparato a conoscere.

L’operatività dei Vigili del Fuoco non potrebbe però trovare efficace e pronta attuazione se non fosse per l’intensa attività di formazione e di addestramento svolta, capace di trasferire e consolidare le necessarie professionalità.
Apprendimento ed esercizio che hanno consentito anche in fase di piena pandemia di poter essere sempre al fianco e in aiuto della comunità locale, sia con le riconosciute attività d’istituto che attraverso i nuovi compiti emersi con il Covid-19, come ad esempio quello della sanificazione di aree ed uffici pubblici.

Alla presenza delle Autorità del territorio, fra le quali si segnala la partecipazione del Prefetto di Rimini, Dott. Giuseppe Forlenza, il Comandante Provinciale Ing. Gianfranco Tripi, dopo aver deposto una corona in memoria dei Vigili del Fuoco caduti per servizio, ha sottolineato il difficile e rischioso lavoro svolto nei luoghi devastati dalle varie emergenze sia in Italia che all’estero ed ha richiamato l’attenzione sulla fondamentale coordinata collaborazione di tutti gli enti della provincia coinvolti nel soccorso e in generale nei procedimenti di prevenzione incendi”.

Il Comando ha inoltre partecipato attivamente alle varie iniziative svolte sul territorio per la divulgazione della cultura della sicurezza in vari contesti ed in particolare nelle scuole, anche attraverso modalità a distanza.

Scroll Up