Home > Ultima ora politica > Santarcangelo: 77mila euro di agevolazioni di Tari per imprese e famiglie

Santarcangelo: 77mila euro di agevolazioni di Tari per imprese e famiglie

Ammontano a 77mila euro le agevolazioni sulla tassa rifiuti 2018 per famiglie e imprese. A beneficiarne 460 famiglie e una trentina di imprese che hanno partecipato al bando dell’amministrazione comunale, che si è chiuso nel mese di giugno per le utenze domestiche ed è proseguito fino a metà luglio per le imprese. Nutrito dunque l’elenco dei beneficiari che avranno diritto alla riduzione o all’esenzione sulla Tari. Per la precisione, sono 214 i nuclei che per quest’anno saranno esentati dal pagamento della tassa per lo smaltimento dei rifiuti, mentre raggiungono quota 246 quelli che avranno una riduzione del 35 per cento. Buone notizie dunque per le famiglie santarcangiolesi, che grazie all’aumento del fondo stanziato dall’amministrazione comunale per le utenze domestiche che passa così da 60mila a 66mila euro, vedono aumentare del 5 per cento la riduzione applicata alla Tari (nel 2017 si fermava al 30 per cento).

Mentre per ottenere la riduzione era sufficiente avere un indicatore della situazione socio-economica (Isee) inferiore a 13mila euro, per poter richiedere l’esenzione era invece necessario avere più di 65 anni, oppure comprendere in famiglia persone totalmente o permanentemente inabili al lavoro o con invalidità non inferiore al 66 per cento o, infine, che il proprio nucleo famigliare fosse in condizioni di accertate difficoltà economiche, essere cioè inseriti in un progetto dell’assistente sociale.

Se invece nel 2017 le imprese che avevano beneficiato dell’agevolazione prevista per nuovi insediamenti o attività in difficoltà finanziaria erano state 42, sono ora una trentina le utenze non domestiche che quest’anno avranno una riduzione sulla tassa. Nel dettaglio sono 25 le attività già esistenti che hanno diritto a una riduzione che va dal 10 al 30 per cento, mentre 6 sono quelle avviate dal gennaio 2017 che ottengono una riduzione del 30 per cento, che raggiunge il 50 per cento per quella situata nelle frazioni.

Soddisfatto il vice sindaco e assessore al Bilancio Emanuele Zangoli che sottolinea come la scelta fatta in sede di predisposizione del bilancio di previsione di aumentare lo stanziamento per le utenze domestiche portandolo a 66mila euro abbia raggiunto l’obiettivo che ci si era prefissati. “I fondi stanziati – dichiara il vice sindaco – offrono un sostegno concreto a famiglie e imprese in difficoltà, tutelando così le fasce più deboli e dando un supporto all’economia del territorio”.

Ultimi Articoli

Scroll Up