Home > Ultima ora Attualità > Santarcangelo aderisce al progetto di Legambiente per una scuola più sostenibile

Santarcangelo aderisce al progetto di Legambiente per una scuola più sostenibile

L’Amministrazione comunale di Santarcangelo di Romagna è per una scuola sempre più sostenibile: la Giunta ha infatti aderito al progetto di Legambiente “Scuola sostenibile SOS Clima – 2019/2020” per favorire la partecipazione degli istituti scolastici di Santarcangelo.

Le scuole e medie potranno quindi partecipare alla campagna di sensibilizzazione per il contrasto ai cambiamenti climatici, sviluppare competenze e avviare vere e proprie azioni concrete. A partire dalla quotidianità, infatti, gli istituti scolastici lavoreranno per trovare soluzioni sostenibili e diventeranno quindi detentori di un patrimonio di conoscenze che diffonderanno anche al resto della città attraverso momenti di sensibilizzazione e informazione.

Nel dettaglio, le scuole che aderiranno, riceveranno da Legambiente Kit didattico online per l’analisi degli stili di vita e dei cambiamenti adottati, il “Patto per il Clima” con gli impegni da assumere per l’anno scolastico, il Poster SOS Clima, la bandiera di Legambiente e l’abbonamento alla rivista “La Nuova Ecologia”. Inoltre, sarà possibile anche partecipare al concorso dedicato ai “Cantieri per SOS Clima” per valorizzare e premiare le azioni virtuose, ricevere uno spazio sul sito www.legambiente.org per raccontarsi all’interno della community Scuole Sostenibili SOS Clima, il 20% di sconto sulle attività formative per i docenti referenti della scuola che si iscrivono a Legambiente come socio Scuola e Formazione e un percorso educativo gratuito su un tema a scelta tra: alimentazione, economia circolare, energia, mobilità.

Al momento, sono diverse le scuole di Santarcangelo che hanno già aderito al progetto. Alcune classi elementari, inoltre, aderiranno anche in forma simbolica all’iniziativa di Legambiente “Puliamo il mondo” in programma venerdì 20 e sabato 21 settembre occupandosi della pulizia dei cortili e delle aree verdi intorno agli edifici scolastici.

“Sostenendo l’iniziativa di una tra le più attive associazioni ambientaliste in Italiadichiara la vicesindaca e assessora all’Ambiente Pamela Fussi l’Amministrazione comunale prosegue quel percorso che vede la comunità scolastica e i bambini come i soggetti privilegiati per affrontare i temi ambientali e impostare una vera e propria cultura del vivere basata sulla sostenibilità, la lotta allo spreco e all’inquinamento”.

“L’adesione a questo tipo di attività, che consente lo sviluppo di una cittadinanza attiva e consapevole sui problemi ambientali ed ecologici – conclude l’assessora Fussi – è inoltre uno degli strumenti con cui intendiamo dare corso alla mozione sullo stato di emergenza climatica e ambientale approvata all’unanimità nel Consiglio comunale dello scorso luglio”.

Scroll Up