Home > Ultima ora > Santarcangelo aderisce alla Giornata della Memoria e dell’Impegno e alla Giornata Mondiale dell’Acqua

Santarcangelo aderisce alla Giornata della Memoria e dell’Impegno e alla Giornata Mondiale dell’Acqua

Anche l’Amministrazione comunale di Santarcangelo aderisce e partecipa alla XXII Giornata della Memoria e dell’Impegno, che ricorre domani (martedì 21 marzo), organizzata dalle associazioni “Libera Rimini” e “Avviso Pubblico” per ricordare le vittime innocenti di tutte le mafie. Quest’anno la manifestazione regionale, a cui parteciperà anche il sindaco Alice Parma e sarà presente il gonfalone della bassa Valmarecchia (Santarcangelo, Verucchio e Poggio Torriana), è in programma a Rimini con ritrovo alle ore 9 in piazzale Fellini da dove partirà il corteo fino a piazza Cavour (per maggiori informazioni: www.libera.itwww.facebook.com/rimini.libera). L’Amministrazione supporta l’operato di Libera anche nella refezione scolastica: venerdì 24 marzo ai bambini saranno servite le lenticchie che l’associazione produce nelle terre confiscate alla mafia, così come previsto anche dal bando per l’affidamento del servizio.

Mercoledì 22 marzo ricorre invece la Giornata Mondiale dell’Acqua, istituita nel 1992 dalle Nazioni Unite per sensibilizzare il pubblico sulle problematiche relative al consumo di acqua, con particolare attenzione all’accesso all’acqua dolce e alla sostenibilità degli habitat acquatici. Allo scopo di promuovere un comportamento virtuoso ed educare le nuove generazione a stili di vita corretti, giovedì 23 marzo nelle mense scolastiche di Santarcangelo saranno proposti alimenti come verdure, legumi e uova, la cui coltivazione e preparazione richiede un basso consumo di acqua e comporta un impatto ambientale minore.

Un miliardo di persone non hanno accesso all’acqua pulita, trascorrono ore in coda o in cammino per raggiungere sorgenti o fonti lontane, o sono costrette a bere acqua contaminata. Nella preparazione dei pasti si può prestare sensibilità verso questo problema utilizzando alimenti che, per essere prodotti, prevedono minor consumo di acqua, tanto più che la “piramide ambientale” mette in evidenza che i prodotti di cui è consigliato un consumo più alto per un’alimentazione sana e corretta (frutta, verdure e cereali), sono anche quelli che hanno un impatto ambientale minore. Al contrario, i cibi di cui i nutrizionisti consigliano un basso consumo (dolci, carne rossa e formaggi) sono anche quelli che impattano di più sull’ambiente.

Ultimi Articoli

Scroll Up