Home > Ultima ora Attualità > Santarcangelo, alla Fiera oltre mille installazioni per App Control Room

Santarcangelo, alla Fiera oltre mille installazioni per App Control Room

“La nostra App ‘La fiera in Tasca’ ha sfondato quota 1000 installazioni”: è l’annuncio di Cs Control Room Srl, che a Santarcangelo per la Fiera di San Martino 2019 ha sperimentato l’applicazione quale partner del Comune di Santarcangelo.

“Siamo decisamente soddisfatti del risultato, e abbiamo raccolto molti buoni commenti anche dai tantissimi utenti che abbiamo incontrato per strada con il nostro personale addetto alla promozione. Oggi che le statistiche sono più aggiornate, possiamo dire che , gran parte delle quali derivanti da App Store e dai download diretti sul nostro sito (www.controlroomsrl.com), la pubblicazione su Google Play store purtroppo è stata possibile solo dal 10 novembre, a causa di contrattempi tecnici”.

Le stesse statistiche  parlano di una “fidelizzazione molto alta per una app di questo tipo: il 30% di chi ha installato l’app l’ha utilizzata anche il giorno successivo. Tenendo conto che di norma solo una parte delle persone torna per più di un giorno sulla manifestazione, possiamo dire che la maggior parte di chi è tornato alla fiera dopo una prima visita, ci è tornato con ‘La fiera in Tasca’”.

La App forniva una serie di notifiche in tempo reale sullo stato dei parcheggi, indicando inoltre la posizione gps su mappa dei servizi, delle autoambulanze, l’accesso per i bus turistici, e la presenza di lavori di messa in sicurezza a seguito di un piccolo inconveniente su Via don Minzoni. Il tutto aggiornandosi in tempo reale sulla disponibilità dei varchi, o la fruibilità o meno di un accesso stradale: “Tramite la rilevazione delle posizioni gps degli apparecchi, effettuata in maniera del tutto anonima e circostanziata alle aree fieristiche ed agli orari di apertura della manifestazione, abbiamo potuto avere indicazioni aggregate sulla concentrazione della folla su ogni specifica area/piazza”, spiegano alla società.

“Questi dati ci permetteranno in futuro di fornire un valido ausilio alla struttura di forze dell’ordine ed assistenza sanitaria, che potranno avere indicazioni ad esempio sul percorso migliore per raggiungere una situazione di pericolo o necessità. Gli stessi dati potrebbero essere utilizzati anche per sviluppare e migliorare la disposizione dei varchi di accesso, o ad esempio per adeguare in maniera efficace la posizione dei servizi e dei punti di presenza del personale sanitario”.

Lo staffa è già al lavoro “per arrivare al prossimo evento con nuove funzionalità e con la possibilità di coprire più tipologie di device possibili, nell’ottica di un miglioramento continuo che tenda ad offrire un servizio sempre più articolato e puntuale. E per quel signore che ci ha chiesto: “dov’è il tasto per fermare le corna?”, ci stiamo lavorando!”.

Scroll Up