Home > Ultima ora politica > Santarcangelo, assessore Rinaldi: “Sicurezza, da Lega e Bertozzi balle fuori dalla realtà”

Santarcangelo, assessore Rinaldi: “Sicurezza, da Lega e Bertozzi balle fuori dalla realtà”

Dura replica dell’assessore alle politiche per la sicurezza Danilo Rinaldi, alle dichiarazioni dell’esponente leghista  Fabio Bertozzi:

Arginare l’emergenza sicurezza che ha reso Santarcangelo una città drammaticamente abituata a furti, rapine e violenze“. Sta tutto qui, in questo condensato privo di qualsiasi riferimento alla realtà dei fatti, la distanza che separa la Lega da Santarcangelo. Prendere a pretesto un episodio per tentare di far passare l’idea che Santarcangelo sia stretta nella morsa della criminalità, a fronte della quale l’Amministrazione comunale non fa nulla. E’ un ritornello già sentito e che purtroppo saremo costretti a riascoltare, anche perché gli argomenti di questa destra sono davvero pochi dal momento che si trova a parlare di una città che non conosce.

Poco o nulla conta per il leghista Bertozzi che tali episodi siano così rari da porre Santarcangelo – nella graduatoria del Ministero dell’Interno – in una posizione così distante da situazioni di emergenza, da non poter accedere ai fondi stanziati per l’installazione di sistemi di video-sorveglianza (che saranno comunque installati con risorse del Comune). Poco o nulla conta per il leghista Bertozzi che la qualità della vita percepita a Santarcangelo sia piuttosto alta, che si sia fatto molto nell’ambito del sociale e che il tema sicurezza sia affrontato con attenzione dall’Amministrazione comunale in un rapporto costante con le istituzioni preposte e le forze dell’ordine.

Questa Amministrazione comunale non ha mai sottovalutato il benché minimo episodio di criminalità. Ma ha affrontato la realtà dei fatti per quella che è, con serietà e con ragionevolezza. Santarcangelo non è immune da fenomeni criminosi – come non lo è mai stata e come non lo è nessun’altra città – ma è ben distante da qualsiasi emergenza di questo genere. In questi anni, grazie soprattutto al forte coordinamento degli organismi che vigilano sulla sicurezza e sull’ordine pubblico, questa città è ancora più sicura rispetto al passato. Manifestazioni come la Fiera di San Martino o altri grandi eventi che coinvolgono puntualmente la città stanno a dimostrarlo. Al pari dei numerosi e mirati controlli delle forze dell’ordine che hanno interessato e interessano le nostre frazioni”.

Le dichiarazioni dell’assessore rispondono a quelle dell’esponente della Lega che “L’ennesimo episodio criminoso consumatosi l’ultimo dell’anno, in un bar del centro, a cui si è aggiunta l’esplosione di un bancomat, alle cinque del mattino. Mai come alla giunta Parma e all’assessore alla sicurezza Rinaldi, il proverbio ‘ciò che semini raccogli’, calza a pennello. In quattro anni di Amministrazione, il Sindaco e il suo aspirante sceriffo hanno ostinatamente negato l’acuirsi dell’emergenza sicurezza, esibendo una squallida spavalderia che li ha condotti a seminare rabbia e malcontento tra i cittadini e gli imprenditori di Santarcangelo”.

Secondo Fabio Bertozzi è proprio l’assessore Rinaldi inadeguato al suo compito “Incapace – si legge la dichiarazione dell’esponente leghista – di comprendere a fondo le radici e la portata di questo fenomeno. Il suo ostinato buonismo e la mancanza di interventi concreti per arginare l’emergenza sicurezza ci ha reso una città drammaticamente abituata a furti, rapine, e violenze”.

Scroll Up