Home > Ultima ora politica > Santarcangelo, il cantautore Braschi attacca Salvini, l’ex ministro lo mette alla gogna virtuale

Santarcangelo, il cantautore Braschi attacca Salvini, l’ex ministro lo mette alla gogna virtuale

Polemiche e battibecchi tra il cantautore santarcangiolese Federico Braschi e il segretario della Lega Matteo Salvini. In un post pubblicato sulla sua pagina Facebook, Braschi ha nessi nel mirino l’ex ministro dell’interno.  “Ciao Matteo Salvini pare che questa domenica sarai a Santarcangelo, il paese dove sono nato e cresciuto, dove sta il mio cuore e il tipo di società in cui credo – ha scritto – Dove resiste ancora un esempio di mondo e di esseri umani che non cercano nemici da combattere e qualcuno da cui difendersi. Ti auguro che ti facciano parlare perchè è questo che prevede la nostra amata democrazia, ma sono sincero: spero che sul finire del tuo discorso ti inizino a piovere addosso grosse secchiate di merda, lanciate con amore e senza violenza.
Dopotutto, anche questo fa parte della nostra amata democrazia”.

Immediata la replica di Salvini sulla propria pagina del noto social network e immediata anche la “solita” gogna mediatica cui il team dell “Bestia” – che gestisce i canali web del segretario leghista – sottopone chi prende di mira l’ex ministro: “Questo “artista” spera io venga accolto domenica a Santarcangelo con “grosse secchiate di merda” (!). A differenza di una sinistra che odia, noi parliamo di futuro, di valori, di rispetto, di lavoro, bellezza e sicurezza”.  Ecco il messaggio di risposta allegato ad alcune foto che ritraggono il giovane cantautore. Che a stretto giro ha risposto ammettendo di “aver fatto il suo gioco”. Scrive Braschi:  “Sei un ufficio stampa Matteo, prima che un politico di terza categoria, sei il primo ad esserne consapevole, ma sei anche abbastanza intelligente da saper aggirare l’ostacolo.
Appoggi ogni giorno delle pistole cariche in mano a disperati che non possono fare altro che usarle contro altri disperati in questa povera lunga guerra tra poveri.
Provo solo tanta pena per te, ma sono fiducioso che la stessa pena non ce l’abbia la Storia”. 

Per la cronaca Braschi vanta all’attivo una partecipazione all’edizione 2017 di San Remo Giovani. In quell’occasione presentò sul palco dell’Ariston “Nel mare ci sono i coccodrilli”, in cui viene raccontato il dramma dei tanti migranti che muoiono in mare nella speranza di arrivare in un porto sicuro. Anche a in quel caso, Salvini polemizzò con Braschi. “E’ stato eliminato da San Remo? Che peccato..”, aveva scritto, sempre sulla propria pagina Facebook.

 

Scroll Up