Home > Ultima ora Attualità > Santarcangelo: le iniziative di “ Plastic Free”. A breve eliminata la vendita di acqua in bottiglia

Santarcangelo: le iniziative di “ Plastic Free”. A breve eliminata la vendita di acqua in bottiglia

Dopo le fiere, il municipio e la biblioteca, “Santarcangelo Plastic Free” si estende anche alle attività economiche del centro commerciale naturale: con l’approvazione del progetto definitivo, la Giunta comunale ha infatti dato avvio al bando pubblico per l’installazione di quattro erogatori d’acqua microfiltrata nelle attività di artigianato alimentare quali gelaterie, piadinerie, gastronomie e simili, che saranno utilizzati dai clienti per riempire la propria borraccia a prezzi modici.

L’iniziativa nasce con l’obiettivo di ridurre il consumo di contenitori di plastica monouso e, allo stesso tempo, favorire stili di vita sani e consumi più sostenibili: così come è ormai consueto recarsi al supermercato con i propri sacchetti riutilizzabili, allo stesso modo diventerà un’abitudine portare con sé la propria borraccia da riempire nelle apposite fontanelle. Queste potranno erogare acqua microfiltrata a temperatura ambiente o refrigerata, e saranno dotate di dispositivi battericidi e antiallagamento.

Per partecipare al progetto – finanziato dal bando Atersir per l’assegnazione dei contributi a progetti comunali di riduzione della produzione dei rifiuti – le attività di artigianato alimentare potranno presentare domanda compilando e inviando l’apposita modulistica (che sarà pubblicata sul sito www.comune.santarcangelo.rn.it) all’indirizzo di posta elettronica certificata pec@pec.santarcangelo.rn.it o direttamente allo Sportello al Cittadino (piazza Ganganelli, 1 – piano terra, lato scala A).

Una commissione esaminatrice selezionerà le attività economiche a cui saranno assegnati gli erogatori sulla base di maggior flusso di potenziali avventori, orari di apertura e posizione rispetto alle altre, così da non concentrare la presenza delle fontanelle in una sola area. Le attività economiche selezionate avranno l’obbligo di consentire alle ditte scelte dall’Amministrazione comunale di eseguire i necessari lavori di installazione dell’erogatore, accogliere gli utenti che vorranno riempire le borracce al prezzo concordato con il Comune, eliminare la vendita di acqua in bottiglie di plastica, provvedere alla manutenzione dell’erogatore a proprie spese e trasmettere al Comune un report trimestrale. 

Con questo nuovo bando si ampliano le iniziative del progetto ‘Santarcangelo Plastic Free’ – afferma la vicesindaca e assessora all’Ambiente, Pamela Fussi – con l’obiettivo di offrire sempre più spunti e facilitazioni per stili di vita e consumi improntati alla sostenibilità ambientale, alla riduzione dei rifiuti e delle emissioni inquinanti. Dopo le case dell’acqua e del sapone, le postazioni per le ricariche dei veicoli elettrici, le fiere plastic free, l’eliminazione delle bottiglie d’acqua in plastica nei distributori automatici di Municipio e biblioteca, con la conseguente installazione di erogatori d’acqua microfiltrata, ora allarghiamo il progetto anche alle attività economiche del centro commerciale naturale”.

Santarcangelo Plastic Free è un percorso che parte da lontano – conclude la vice sindaca – e che continuerà anche nei prossimi anni, con diversi obiettivi: l’obbligo per le attività di artigianato alimentare di dotarsi di stoviglie compostabili, l’installazione di erogatori di acqua microfiltrata e la distribuzione delle borracce nelle scuole elementari e medie di Santarcangelo”.

Scroll Up