Home > Eventi Cultura e Spettacoli > Santarcangelo: sabato iniziativa per la Giornata Nazionale del Tumore al Seno Metastatico

Santarcangelo: sabato iniziativa per la Giornata Nazionale del Tumore al Seno Metastatico

L’Emilia-Romagna, insieme a molte altre regioni italiane, sceglie di aderire a quella che sarà, almeno nei fatti, la prima Giornata Nazionale dedicata al Tumore al Seno Metastatico. Europa Donna Italia, il Movimento per i diritti alla prevenzione e cura del tumore al seno, ha infatti dato vita a una straordinaria manifestazione cui prenderanno parte decine e decine di associazioni locali iscritte per sensibilizzare sulle specifiche esigenze delle donne con TSM. Nel fitto calendario di 61 eventi distribuiti in tutta Italia, ben cinque appuntamenti sono organizzati da associazioni emiliane e romagnole:

• Associazione “ADOCM Crisalide” – Rimini, Curia Vescovile – 04/10/2019, ore 16:30 “La Ferita che cura” Piccolo teatro di narrazione resiliente. • Associazione “Il palloncino rosa” – Campegine (Re) – 13/10/2019, ore 08:30 Camminata in rosa: raduno, partenza e arrivo nel piazzale antistante la COOP in Via Don Matteo Romani. Per chi lo desidera, possibilità di pranzare insieme con sessioni di lettura.

 

• Associazione “Il punto rosa” / Associazione “Noi ci siamo” – Santarcangelo di Romagna (Rn), Sala SAIGI – 12/10/2019, ore 09:00 Conferenza “Carcinoma mammario metastatico 2019: medici, pazienti e associazioni del territorio romagnolo si incontrano”. Il giorno seguente, illuminazione in viola di edifici e monumenti nei comuni di Rimini (castello Sigismondo), Santarcangelo, Bellaria, Faenza e Brisighella.

• Associazione “Armonia” – Piacenza, Circolo Ufficiali – 13/10/2019, ore 15:00 Torneo di scacchi a cura dell’A.S.D. Scacchi Club Piacenza con momento di sensibilizzazione sulle problematiche del tumore al seno metastatico. • Associazione “Fiori d’acciaio” – Faenza (Ra), Circolo ricreativo di Borgo Tuliero – 13/10/2019, ore 15:00 “Passeggiata rosa”: percorso non competitivo nei dintorni di Faenza della lunghezza di circa 5 chilometri. Seguirà buffet per tutti i partecipanti.

In contemporanea, Europa Donna Italia il 10 ottobre a Roma chiede alle Istituzioni attraverso i rappresentanti parlamentari di accogliere l’istituzione del 13 ottobre a Giornata Nazionale più le 6 principali richieste che la accompagnano: 

  1. un percorso di cura e assistenza specifico in tutti i Centri di senologia (Breast Unit);

2. una corsia preferenziale per controlli ed esami, tempi di attesa ridotti e rapida consegna degli esiti;

3. la disponibilità di tutti i diversi specialisti necessari;

4. Il supporto costante e qualificato dello psiconcologo per la paziente e per il caregive;

5. informazione sulle sperimentazioni e accesso agevolato ai trials clinici disponibili;

6. il rapido accertamento dell’invalidità civile e/o inabilità. 

È probabilmente la prima volta nella storia italiana che assistiamo a un’azione di advocacy di questa portata, un esempio di coinvolgimento e lavoro in rete eccezionali – spiega Rosanna D’Antona, presidente di Europa Donna Italia – L’esigenza di parlare di questa malattia è tanto sentita che decine di realtà hanno alzato la voce per rendere finalmente visibili le oltre 37mila pazienti che, spesso in solitudine e tra mille difficoltà, vivono questa condizione cronica. Il 30 % dei tumori al seno diventa metastatico, una percentuale significativa che merita l’attenzione dell’opinione pubblica e provvedimenti concreti delle Istituzioni. Per questo EDI chiede da anni l’istituzione della Giornata per il TSM nel nostro Paese. Ora il senso di urgenza è tale da superare le formalità istituzionali: il 13 ottobre di quest’anno sarà, almeno de facto, la prima vera e propria giornata nazionale dedicata al tumore al seno metastatico”.

Scroll Up