Home > Ultima ora Attualità > Santarcangelo, strade scolastiche: studenti disegnano la campagna di sensibilizzazione

Santarcangelo, strade scolastiche: studenti disegnano la campagna di sensibilizzazione

Gli alunni della scuola Pascucci di Santarcangelo hanno partecipato alla campagna di sensibilizzazione per la sicurezza di pedoni e bicilette durante l’ingresso e l’uscita da scuola realizzando dei disegni che saranno affissi sulle transenne di via Verdi e Giordano Bruno. Come già era stato fatto in precedenza con gli studenti della scuola ex Saffi, l’Amministrazione comunale in collaborazione con la Direzione didattica del Primo circolo ha infatti chiesto agli alunni della scuola elementare del Capoluogo di realizzare alcuni disegni legati ai temi della sicurezza stradale e della mobilità sostenibile. All’iniziativa hanno partecipato le sei classi (tre seconde e tre quinte) che entrano ed escono dall’ingresso di via Giordano Bruno dove alle transenne che inibiscono il passaggio delle auto in occasione dell’entrata e dell’uscita da scuola verranno applicati i disegni dei bambini.

Questa mattina (lunedì 30 novembre) la vice sindaca e assessora a Lavori pubblici e Ambiente Pamela Fussi, l’assessora ai Servizi educativi e scolastici Angela Garattoni e la dirigente scolastica del Primo circolo Maria Luisa Romano hanno incontrato le bambine e i bambini che hanno partecipato al progetto. Dopo aver ringraziato gli alunni per aver realizzato i disegni, la vice sindaca Fussi e l’assessora Garattoni hanno spiegato che gli stessi entrano a far parte del sistema delle strade scolastiche, un progetto che ha l’obiettivo di aumentare la sicurezza stradale di bambini e ragazzi al momento dell’ingresso e dell’uscita da scuola e di favorire l’uso di mezzi di trasporto ecosostenibili come la bicicletta o il piedibus.

La vice sindaca e l’assessora hanno infine chiesto agli alunni di affiancare l’Amministrazione comunale nell’attività di sensibilizzazione delle famiglie e degli adulti sul tema delle strade scolastiche e della sicurezza delle bambine e dei bambini.

Scroll Up