Home > Primo piano > Sara Venerucci assolta dall’accusa di doping

Sara Venerucci assolta dall’accusa di doping

La pattinatrice riminese Sara Venerucci è stata assolta con formula piena dall’accusa di frode sportiva assieme al medico Guido Porcellini. Secondo tribunale di Rimini la ex campionessa del mondo di pattinaggio artistico “non ha commesso il fatto”, e cioè l’uso di farmaci dopanti, come anfetamine per perdere peso, per migliorare le sue prestazioni in gara.

Per l’accusa le medicine prescritte dal dottor Porcellini da giugno 2009 a giugno 2014 eranoo da considerarsi doping, ma il giudice monocratico Antonio Pelusi ha invece ritenuto il contrario assolvendo così tutti gli imputati.

Il processo era iniziato nel 2017 e vedeva imputati per concorso anche il partner Danilo Decembrini e genitori di Sara, Cristina Pelli e Patrick Venerucci. In quanto allenatori della figlia, oggi 31enne, secondo la Procura non potevano non sapere dei farmhttps://www.chiamamicitta.it/wp-admin/post.php?post=294113&action=editaci assunti dalla pattinatrice. Invece il giudice ha mandato anche loro assolti con formula piena.

Sara Venerucci e Danilo Decembrini sono stati  campioni del mondo nel pattinaggio artistico a coppie nel 2010, 2011 e 2012

Ultimi Articoli

Scroll Up