Home > Ultima ora cronaca > Scieri, la famiglia chiede i danni al ministero, coinvolto un riminese

Scieri, la famiglia chiede i danni al ministero, coinvolto un riminese

Avrà un doppio ruolo, di parte civile e responsabile civile, il ministero della Difesa nell’udienza preliminare davanti al Gup militare di Roma per il procedimento sulla morte del siracusano Emanuele Scieri, avvenuta nella caserma Gamerra di Pisa il 16 agosto del 1999.

La Procura generale militare ha indagato per violenza ad inferiore mediante omicidio pluriaggravato in concorso Andrea Antico, Alessandro Panella e Luigi Zabara, che all’epoca erano caporali.

Tra le persone rinviate a giudizio per omicidio volontario in concorso figura anche il riminese Andrea Antico già caporale della Folgore, ora in servizio al settimo Reggimento Aves (Aviazione dell’Esercito) di Rimini e consigliere comunale a Montescudo-Montecolombo.

Il ministero della Difesa si è costituito parte civile, così come la mamma di Emanuele, Isabella Guarino e il fratello Francesco Scieri. Da parte dei legali della famiglia c’è stata la richiesta di citare il ministero della Difesa anche come responsabile civile ed il giudice ha accolto la richiesta rinviando l’udienza al prossimo 18 settembre per poter citare il ministero con quel ruolo.

(ANSA).

Scroll Up