Home > Ultima ora politica > Se n’è andato a 97 anni Odo Fantini storico sindaco di Bellaria

Se n’è andato a 97 anni Odo Fantini storico sindaco di Bellaria

Ieri nel tardo pomeriggio se n’è andato Odo Fantini. Aveva quasi 98 anni, era stato sindaco di Bellaria Igea Marina dal 1965 al 1975. Veniva da una significativa storia partigiana e dalla militanza nel partito comunista. Aveva fatto, per tutta la vita, il fornaio e nei Consigli comunali serali ad una certo ora guardava nervosamente l’orologio perché doveva staccare per mettersi al lavoro. Ci ha lasciati in punta di piedi, nella sua casa alla Cagnona dove un tempo c’era proprio la panetteria di famiglia.

A destra Odo Fantini

Nando Fabbri, sindaco di Bellaria dal 1985 al 95 (nella foto insieme a Fantini), lo ricorda così: “GRAZIE ODO. Ieri sera ci ha lasciato Odo Fantini. Se n’è andato in serenità, a casa sua confortato dall’amore dei figli e di Carla Zanuccoli, sua compagna di vita da oltre 70 anni. Una vita intensa, prima da partigiano e poi da indimenticabile sindaco del giovane comune di Bellaria Igea Marina. Una vita spesa per la propria comunità e scandita dall’impegno politico che non lo ha mai abbandonato, fino all’ultimo, quando il 3 marzo del 2019, a 97 anni, è venuto a votare per le primarie del PD. Grazie Odo. Esempio raro di onesta, di forza ideale, di passione per la vita, di perenne gioventù. Ci mancherai ma rimani impresso nella memoria e nel cuore di tutti noi”.

Sempre fedele alla sua storia, aveva compiuto l’ultimo “gesto politico” due settimane fa alle elezioni regionali: pur con grande fatica era riuscito a votare, nel seggio 8, Pd e Bonaccini dopo essersi a lungo “allenato” a casa sul fac simile della scheda elettorale. All’uscita aveva commentato: “La prossima volta, però, chiedo di votare a casa”. Non ci sarà, purtroppo, una prossima volta. Conoscevo bene Odo e l’ho sempre considerato un maestro di politica e di vita. Era un personaggio popolare e carismatico, una guida per la comunità alla quale ha dato un grande contributo.

Odo Fantini (secondo da sinistra)

Mi mancherà.  Alla moglie Carla Zanuccoli, staffetta partigiana, e ai figli Modesto e Sandra mando un abbraccio.

Onide Donati

Scroll Up