Home > Ultima ora > Sesto Vivalto sulla Rimini – Piacenza, treni regionali veloci nuovi al 70%

Sesto Vivalto sulla Rimini – Piacenza, treni regionali veloci nuovi al 70%

Arriva oggi sui binari dell’Emilia Romagna, in anticipo sui tempi previsti, il sesto nuovo treno Vivalto di Trenitalia. Il nuovo convoglio è stato consegnato questa mattina alla presenza dell’assessore alle infrastrutture e trasporti della Regione Emilia Romagna, Raffaele Donini, e del direttore regionale Emilia Romagna di Trenitalia, Davide Diversi.

“Con la consegna di questo nuovo Vivalto, il sesto quest’anno, chiudiamo in bellezza il 2016 – ha dichiarato l’assessore Raffaele Donini – e facciamo un altro passo avanti verso il completo rinnovo del parco treni del trasporto regionale dell’Emilia-Romagna che completeremo nel 2019. In questo anno abbiamo dato risposte concrete ai problemi quotidiani dei cittadini in tempi molto veloci. Naturalmente non ci accontentiamo e siamo pronti ad un impegno altrettanto importante il prossimo anno per continuare a migliorare il servizio e la qualità del trasporto su ferro”.

“Questa nuova consegna in sensibile anticipo rispetto ai tempi previsti – ha ricordato Davide Diversi – è un ulteriore segno dell’attenzione di Trenitalia per i propri passeggeri pendolari e si aggiunge all’impegno quotidiano per il servizio offerto. Anche nel 2016 registriamo infatti un miglioramento della puntualità e della regolarità dei nostri treni, che trova riscontro in un aumento della soddisfazione dei clienti rilevata periodicamente. L’impegno al completo rinnovo della flotta Trenitalia continuerà nel 2017 e si completerà nel corso dei prossimi anni grazie al recente affidamento della gara europea per la fornitura di nuovi convogli, che correranno per primi proprio in Emilia Romagna”.

Insieme ai primi due consegnati a maggio e ai tre operativi – rispettivamente – da giugno, agosto e settembre, circolerà sulla linea Piacenza – Bologna – Rimini/Ancona, dove oltre il 70% dei regionali veloci sarà così effettuato con le nuove carrozze. Sono trenta in totale i regionali veloci Piacenza – Bologna – Rimini/Ancona che quotidianamente collegano le principali città situate sull’asse della Via Emilia, integrandosi con la rete dei Regionali che fermano anche nelle stazioni più piccole. Circa 15 mila i passeggeri che li utilizzano ogni giorno, prevalentemente pendolari ma anche, nei mesi estivi, vacanzieri e turisti. Dal maggio scorso su questa linea si è concentrato lo sforzo di Trenitalia e della Regione Emilia Romagna, con l’obiettivo di realizzare un concreto e percepibile miglioramento del comfort di viaggio e della regolarità del servizio.

Con la consegna degli ultimi due Vivalto, nei primi mesi del 2017, si completerà il rinnovo della flotta regionale su quella linea. Complessivamente sono infatti otto i convogli di questo tipo acquistati da Trenitalia per l’Emilia Romagna, con un investimento di circa 57 milioni di cui 10,6 contributo della Regione Emilia Romagna.

I treni Vivalto: più comfort e sicurezza

Pensati per medie distanze e alte frequentazioni, i Vivalto si distinguono per capienza (carrozze a doppio piano per un totale di 600 posti a sedere), migliore fruibilità da parte dei passeggeri a mobilità ridotta, informazione visiva e sonora più puntuale e sistemi per implementare la safety del viaggio. Già attivi a bordo, infatti, i pulsanti di allarme per comunicare via citofono con il personale di bordo in caso di emergenza, mentre sono in fase di attivazione telecamere e monitor per la ripresa e diffusione in diretta delle immagini per un viaggio più sereno e come deterrente contro malintenzionati e vandali.

I Vivalto inoltre utilizzano locomotive E464, dotate di sistemi di manutenzione dinamica. Sofisticati sensori installati a bordo dei mezzi trasmettono migliaia di informazioni all’interno delle officine, consentendo ai tecnici di monitorare in tempo reale da remoto lo stato dei veicoli, con l’obiettivo di prevenire i guasti, potenziando la disponibilità e l’affidabilità del servizio per i passeggeri e riducendo al contempo i costi di manutenzione e di servizio.

Scroll Up